• giovedì , 18 ottobre 2018

Le new entry di Valsalice

A settembre a Valsalice sono arrivati sei insegnanti nel Liceo. Le professoresse Cristiana Castagneri, Martina Tononi, Gili Borghet e Chiara Magnetto e i professori Antonio Cutillo e Diego Melchionda. Da anni non si registrava un numero così alto di volti nuovi tutti insieme nella nostra scuola. Abbiamo fatto loro alcune domande: ecco le risposte ai nostri quesiti comuni.

Qual è stato il suo primo impatto con Valsalice?

Castagneri: “Essendo ex-allieva, Valsalice non è nuovo per me: stessi rumori e stessi odori. Questa volta però non mi aspettava un’interrogazione, ma una cattedra dove spiegare la mia prima lezione di arte.”

Cutillo: “Conosco Valsalice da quattro anni e mi ha sempre stupito la voglia dei professori e dei salesiani nel dare il meglio per i propri studenti. Ma soprattutto questa scuola aiuta a far crescere i ragazzi: la cosa più importante.”

Magnetto: “Una grande famiglia di persone solari e disponibili. Senza precedenti.”
Melchionda: “Un ambiente ideale per insegnare e crescere.”

Gili Borghet: “Ottimo, sia per i colleghi sia per gli studenti.”

Tononi: “Un ambiente serio e saldo nella sua tradizione.”

Qual è stato il suo primo impatto con gli studenti?

Castagneri: “Bei visi, ragazzi davvero molto educati. Sono molto colpita.”

Cutillo: “Desiderosi di imparare e di cambiare il mondo, il loro mondo.”

Magnetto: “Molto ubbidienti e partecipi.”

Melchionda
: “Ragazzi vogliosi di imparare e rispettosi.”

Gili Borghet: “Interessanti e da scoprire.”

Tononi: “Educati e qualche volta un po’ vivavi.” (ride, ndr.)

Qual è stato il suo primo impatto con i colleghi?

Castagneri: “Li ho trovati simpatici e sorridenti.”

Cutillo: “Solo da quest’anno posso chiamarli colleghi ma l’impatto è stato positivo al 100%. Grazie ad affetto e stima reciproca stanno nascendo moltissime idee.”

Magnetto: “Accoglienti.”

Melchionda: “Hanno cercato subito di mettermi a mio agio. Accoglienti e disponibili.”

Gili Borghet: “Assolutamente collaborativi e cordiali con noi new entry.”

Tononi: “Coinvolgenti e grati.”

Queste invece le domande specifiche per ciascuno di loro:

Il professore di informatica Antonio Cutillo

  • Prof. Cutillo

Com’era da studente?

Sicuramente vivace, ma assolutamente responsabile. Tra migliaia di impegni e canzoni suonate con i miei amici, non trascuravo mai i miei impegni scolastici, anche se non poche volte studiavo di notte.

Come vede l’informatica nel mondo dei ragazzi e la sua importanza?

Come una penna che lascia un segno su un foglio. Tutti i giovani sanno impugnarla ma pochi sanno scrivere qualcosa di concreto. Chi riesce, ottiene un sacco di vantaggi ai propri fini, anche forse a illuminare menti o scaldare cuori.

E’ la prima volta che insegna in un liceo, prime impressioni?

Ragazzi determinati nel raggiungere i propri scopi, è per questo che secondo me bisogna aprire un centro di ricerca nel liceo, come all’università. Un modo per consolidare le conoscenze e scoprire l’utile.

La professoressa di disegno e storia dell’arte Cristiana Castagneri

  • Prof. ssa Castagneri

Ha trovato lo stesso Valsalice che ha lasciato?

Assolutamente sì, anche se le generazioni sono cambiate e ci sono più attività, la scuola è sempre la stessa, quella che Don Bosco voleva che fosse.

Il primo impatto con i suoi colleghi, ex professori?

Entrando in sala insegnanti, con i miei ex-professori, ormai colleghi, mi sento ancora un po’ sotto esame.

Quanto è importante oggi l’arte nel percorso liceale?

Arte significa tutto. Sogni, immaginazione e creatività… Non esiste un mondo senza arte.

Il professore di matematica Diego Melchionda

  • Prof. Melchionda

Sappiamo che è un giocatore, ci parla della sua esperienza calcistica?

A sette anni mi innamorai del calcio e lo pratico tutt’ora in una squadra dilettantistica, il Pancalieri Castagnole, ma il mio sogno è quello di allenare. Adesso insegno calcio, oltre che la matematica, alle Juniores e aiuto il mister della prima squadra.

Quali strategie pensa di utilizzare per far amare la sua materia?

Sicuramente evidenziandone gli aspetti più interessanti e accattivanti; a lezione cerco di creare partecipazione e eliminare un apprendimento esclusivamente mnemonico.

Conosceva Valsalice prima di iniziare a lavorare?

Sì, molti conoscono l’ottima fama di Valsalice, ma solo ora sto capendo cosa significhi viverlo!

La professoressa di matematica e fisica Chiara Magnetto

  • Prof. ssa Magnetto

Si relaziona meglio con il biennio o con il triennio?

Con Valsalice è la prima volta che insegno nel triennio; nel biennio è molto più semplice ma con i ragazzi del triennio insegnare diventa molto più stimolante.

Si può insegnare matematica e fisica con altre strategie?

Secondo me è necessario, soprattutto con fisica, che non a caso significa natura. Riguardo a matematica, i giochi online sono un ottimo metodo per fissare i concetti.

Qual è la cosa più difficile per un professore?

Sono di carattere espansivo e sicuramente cercare di mantere una certa distanza dagli studenti non è facile per me.

La professoressa di storia dell’arte e disegno tecnico Valentina Gili Borghet

  • Prof. ssa Gili Borghet

Cosa ama della sua materia?

Potrei dire un’infinità di cose, ma la più importante forse è la continua ricerca della storia dell’arte.

Disegno o storia dell’arte?

Storia dell’arte: sono molto storica.

Qual è il suo riferimento artistico?

L’architettura romanica e quella monastica sono le mie passioni, ma se dovessi dire un nome sarebbe l’abbazia di Fruttaria, nel canavese.

La professoressa di italiano Martina Tononi

  • Prof. ssa Tononi

Il valore delle materie umanistiche in un liceo?

Servono sicuramente per riscoprire se stessi, conoscere e capire gli altri.

Libro e autore preferito?

Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. E’ una storia piena di umanità e ci si può immedesimare in ogni singolo personaggio.

Il suo sogno nel cassetto?

Fare l’attrice.

 

Foto di Edoardo Pivato, don Cipriano e Matteo Masoomi Lari.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi