• giovedì , 18 ottobre 2018

Il blu in cima al mondo, l’azzurro a casa

di Edoardo Perosino

Il Mondiale di Russia 2018 verrà ricordato dagli italiani soltanto come un dispiacere. Infatti è la prima competizione mondiale a cui l’Italia non ha preso parte dal 1958. Sessant’anni in cui in qualche modo la nostra nazionale aveva lasciato una sua traccia, perdendo al primo turno o diventando Campioni del mondo. Gli azzurri guidati da Giampiero Ventura non sono stati in grado di ribaltare sul prato di San Siro il risultato dell’andata di 1-0 in favore degli svedesi. 

Pur non essendo presente la nazionale tricolore, è stato comunque un mondiale bello da vedere e ricco di sorprese. Molte squadre date come possibili vincitrici si sono arrese nelle fasi iniziali: la Germania campione del mondo in carica è uscita ai gironi per mano di squadre minori; l’Argentina è riuscita a passare per il rotto della cuffia i gironi ma si è dovuta subito arrendere ai Francesi, a conferma che Messi da solo non può far vincere una nazione. Nella stessa impresa si è cimentato CR7, trascinando il suo Portogallo fino agli ottavi ma dovendosi arrendere alla solidità difensiva dell’ Uruguay di Tabarez eliminato poi ai quarti con la Francia.

La Spagna ha detto addio agli ottavi contro i padroni di casa che però non hanno fatto tanta strada, sconfitti ai rigori dai croati. La nazionale verdeoro ha giocato molto bene ma non abbastanza da battere i diavoli Rossi del Belgio ai quarti, poi superato dalla  Francia in semifinale. L’Inghilterra con il suo bomber Harry Kane ha provato il colpaccio ma è caduta nei tempi supplementari con il gol del croato Mandzukic.

La finale tra Francia e Croazia è stata bella e ricca di gol. La Croazia ci ha messo grinta e cuore ma la qualità dei giocatori francesi alla fine ha fatto la differenza. La tattica è stata quella di lasciare attaccare i croati facendoli salire per colpirli con contropiedi micidiali. La partita è finita 4-2 e la Francia è diventata meritatamente Campione del mondo per la seconda volta.

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi