• mercoledì , 21 novembre 2018

Follow the Truman Show

di Maria Gaia Cicconi

“ Noi accettiamo la realtà del mondo così come si presenta, è molto semplice”. Queste le parole di uno dei personaggi del film “The Truman Show”, Christof, era il 1998. È riscontrabile nella visione de “ The Truman Show” un parallelismo con la vita rappresentata oggi nei social network. Truman vive un’inconsapevole vita da protagonista, ma ogni cosa è retta dai fili di un grande burattinaio; per questo si ritrova ad avere un buon lavoro, una moglie bella e premurosa, dei bravi vicini e tanti amici: tutto deve andare secondo copione per continuare ad incantare una folla di spettatori. Un giovane oggi sogna un’inconsapevole vita da protagonista, ogni cosa si regge sull’apprezzamento della sua immagine; per questo anela a sfoggiare un buon lavoro, una fidanzata bella e premurosa, dei bravi vicini, tanti e notevoli amici: tutto deve andare secondo copione per incantare una folla di followers. Truman è costretto a rinunciare all’amore della sua vita poiché lei viene portata via e si deve accontentare di Meryl, una moglie all’apparenza perfetta. Il suo desiderio però rimane quello di ritrovare Lauren, a costo di dover andare dall’altra parte del mondo ignorando il parere degli altri. Un giovane oggi spesso non va alla ricerca del vero amore, ma si accontenta di avere una fidanzata all’apparenza perfetta. Il suo desiderio rimane quello di far avvicinare il più possibile questa ragazza a ciò che realmente desidera tramite l’approvazione dei followers, senza effettivamente cercarla.

Truman non ha problemi a mostrare le sue più grandi paure, come quella per il mare: infatti non riesce nemmeno a salire su un traghetto, solamente all’idea si sente mancare. Tutto ciò inconsapevolmente impenna l’hype mediatico della trasmissione: chi mette a nudo le proprie paure in televisione piace al pubblico. Un giovane oggi ha il terrore di mostrare le sue più grandi paure, come la sua insicurezza: infatti non riesce a postare una foto nella quale è semplicemente se stesso. Tutto ciò, consapevolmente, evita che l’hype mediatico gli si riversi addosso: chi mette a nudo le paure di tutti i giorni fa pettegolezzo. Un giovane cerca un mezzo facile per uscire da una vita quotidiana, fatta di normali sofferenze: deve cercare di rendere il più possibile la propria vita invidiabile ai suoi pari, nascondendo ciò che non fa tendenza. Evade da una vita in cui diventare qualcuno significa dedizione, sofferenza e sacrificio per immergersi in un universo nel quale si può essere celebrità per mezza giornata. Un giorno però ci si rende conto che una vita fatta di apparenti gioie significa poco, anche se vissuta da protagonisti.

Truman desidera il mezzo più difficile per uscire da una vita da celebrità, fatta di rassicuranti certezze: anela ad essere una persona normale fra persone normali, ad  essere il conduttore della sua esistenza. Evade da una vita incipriata in cui è protagonista in prima serata attraverso esperienze agrodolci, ma pur sempre reali. Si è reso conto che una vita fatta di apparenti gioie significa poco, anche se da protagonisti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi