• sabato , 6 Giugno 2020

Color Covid-19

Alcuni ne parlano, spesso talmente tanto da indursi alla pazzia, altri invece non ne fanno parola, sperando che così facendo questo problema scompaia. La realtà però è un altra: non importa se se ne parli o meno, perché il corona virus c’è e di certo non si dissolverà magicamente.

Spesso siamo abituati a guardare film di fantascienza, dove enormi catastrofi distruggono la Terra o sterminano la razza umana, lasciando solo pochi superstiti. Probabilmente qualche mese fa avremmo passato un paio di ore serene vedendo film del genere, ma ora, che non sappiamo come andrà avanti questa situazione, esultiamo ancora guardandoli? Ovviamente il coronavirus non coinciderà con lìestinzione della razza umana, ma di sicuro questa situazione è molto grave per l’alto numero di morti e contagiati. Di fatto però, il problema più grave è che non sappiamo come comportarci, quanto durerà e soprattutto quanta strage farà.

Stando in quarantena, senza più vedere amici e parenti, torna in mente una frase di un film: “Non ho mai capito l’importanza di quel tocco, fino a quando non ho potuto più averlo”. In questa quarantena ci accorgiamo quanto realmente occupano gli amici e parenti nella nostra vita; senza di loro ci sentiamo più vuoti e soli. Certo possiamo chiamarli o messaggiare con loro, ma non sarà mai la stessa cosa di averli davanti, toccarli e abbracciarli. Probabilmente alla fine di questa quarantena molte amicizie si saranno rafforzate, poiché se sono riuscite a sopravvivere ad un periodo così difficile, nulla le potrà sciogliere. Certamente alla fine di questa situazione avremo cambiato le nostre priorità: ci importeranno di meno le cose materiali e saremo più legati ai nostri rapporti personali.

Un lato positivo che potremmo trovare alla fine di questa situazione è che capiremo il vero significato del “carpe diem”: da ora in poi non perderemo più occasioni, perché avendo vissuto un tale periodo, chiusi in casa, senza più fare le cose che eravamo abituati a fare, a maggior ragione non sapremo se quelle occasioni si riproporranno nel futuro. Ora però è ancora presto per parlare del dopo perché siamo ancora sulla barca nella tempesta, e per ora non sappiamo quando finalmente scorgeremo il sole.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi