• lunedì , 30 Novembre 2020

Tra fumetto, fantascienza e teatro

Il salone del libro quest’anno ha espanso i suoi confini, proponendo tutte le novità del Lucca comics and Games 2019. Il festival, giunto alla sua ventiseiesima edizione, quest’anno si prospetta una celebrazione alla cultura.

Una cultura fatta di idee, riti, materia e virtualità. Fatta di idee perché sono autori, sceneggiatori, illustratori e disegnatori di tutto il mondo a dare vita al festival. Rituale, perché gli appassionati di fumetti, video games e del mondo fantasy in generale vedono il Lucca come una ricorrenza annuale immancabile. Materiale, come possono testimoniare le collezioni dei fan, a cui spesso non si può rimanere indifferenti. Infine, si parla di cultura virtuale, poiché in un mondo popolato dai cosiddetti “nativi tecnologici” si rischia di perdere il concetto stesso di umanità.

Nel 2019 proprio la relazione tra l’uomo e la macchina diverrà il fulcro del festival, come può testimoniare il poster, illustrato dalla talentuosa Barbara Baldi.

Becoming Human

“Becoming Human” recita pertanto lo slogan della mostra. D’altronde, alle fiere del fumetto (e, in particolare, a Lucca) ci si sente liberi di esprimere le proprie passioni, di divertirsi, di conoscere altri appassionati e di collezionare qualche pezzo raro da aggiungere alla libreria. Quindi quale luogo più adatto del Lucca Comics per parlare di diversità?

Ed è sul concetto di umanità che si basano infatti le novità del festival di quest’anno, nonchè sulle necessità di venire apprezzati e amati, che da sempre caratterizzano l’essere umano.

Tra le opere fumettistiche spicca Cinzia di Leo Ortolani, un’interessante e coinvolgente storia che tratta argomenti attuali e forti quali transessualità e accettazione di sé stessi. E lo fa con quell’ironia pungente che caratterizza da sempre il geniale autore di Ratman. La graphic novel è stata adattata in una rappresentazione teatrale, realizzata dallo staff del Lucca, che ben presto girerà l’Italia.

Un altro spettacolo che il festival contribuirà a mettere in scena è il concerto rock dei Death SS, con ambientazioni gotiche e fantastiche, che miscelerà musica e letteratura.

Un atteso ritorno è costituito dal tredicesimo libro della saga fantasy “La ruota del tempo”, mentre un’opera del tutto inedita è Timeless, scritta e illustrata dal disgnatore e animatore Armand Baltazar, la cui idea di una saga che mescoli passato, presente e futuro nasce guardando il figlio giocare con le costruzioni lego.

Inoltre al festival saranno presenti i giochi di ruolo di Dominic McDowall, basati sul mondo fantasy di WarHammer, verrà annunciato il vincitore del concorso “A caccia di storie”, lanciato pochi mesi fa, e su Netflix tornerà la nuova stagione della saga letteraria The Expanse.

Infine da segnalare il concorso Lucca Junior per i più giovani e la selezione di quattro inconsapevoli protagonisti per una storia illustrata da Barbara Baldi e scritta dagli sceneggiatori Eleonora Caluso e Giorgio Giusfredi.

In conclusione, il Lucca comics and Games 2019 sarà un mix di fumetti, letteratura, giochi di ruolo, teatro e concorsi, improntato sul più che mai attuale tema del rapporto tra uomo e tecnologia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi