• lunedì , 30 Novembre 2020

La rivoluzione dei robot

Com’è ben noto il progresso tecnologico ha contribuito a riscrivere le nostre vite e continuerà a farlo perché sicuramente non si fermerà molto presto. Questo è dovuto al fatto che è tipico dell’uomo cercare di rendersi la vita il più semplice possibile.

Nell’ambito dell’informatica il cambiamento principale riguarda la comunicazione, come il computer, internet, il cellulare, il Wi-Fi e il GPS, solo alcune delle infinite invenzioni degli ultimi decenni che hanno rivoluzionato il mondo. I vantaggi di questi strumenti sono l’immediatezza e la velocità con cui vengono trasmesse le informazioni, ma il rovescio della medaglia è che queste comodità li hanno resi indispensabili per l’uomo.

Negli ultimi anni il progresso tecnologico riguarda soprattutto il campo della robotica. Molti informatici si sono impegnati nella realizzazione di intelligenze artificiali che potessero essere utili a svolgere compiti faticosi per l’uomo. Ormai tutte le grandi produzioni si affidano a macchinari e robot per la creazione dei loro prodotti; ciò perché nelle industrie essi svolgono compiti ripetitivi o pericolosi in modo più accurato, preciso e rapido di come lo farebbe una persona. Stanno quindi sostituendo molte lavorazioni che prima venivano effettuate manualmente.

I robot iniziano a prendere il posto delle persone nel mondo del lavoro a causa delle loro abilità. Alcune sono state rimpiazzate da casse automatiche come nei supermercati o nelle farmacie, altre da caselli autostradali oppure ancora da operatori telefonici automatici. Questi sono solo alcuni dei lavori che stanno scomparendo a causa delle nuove tecnologie. Questo fenomeno va tenuto sotto stretto controllo per evitare che abbia un eccessivo impatto sul mercato del lavoro. Le persone iniziano a rendersi conto di questa problematica, infatti con gli anni sono nati nuovi mestieri come l’influencer, esperti di privacy, chi si occupa della sicurezza informatica, e altri ancora che consistono nel lavorare con dispositivi elettronici.

Sono anche stati inventati robot casalinghi che piegano le camicie, puliscono e mettono in ordine, macchine che svolgono quindi compiti semplici che le persone potrebbero fare con facilità e velocità. Ormai vengono creati per qualunque cosa e con il passare del tempo l’uomo finirà per essere servito e non svolgere alcuna mansione faticosa o pedante.

Al contempo, però, sono stati realizzati robot che possono eseguire lavori pericolosi e nocivi per l’uomo. Alcuni vengono impiegati per missioni di salvataggio e recupero, altri per spegnere incendi, come quello utilizzato per la cattedrale di Notre-Dame a Parigi. Questa macchina chiamata Colossus ha consentito di diffondere  l’acqua nella cattedrale dove gli uomini non potevano arrivare per le alte temperature e ha quindi salvato la struttura e molte vite. In questo caso la tecnologia non è solo stata di grande aiuto, ma fondamentale.

Esistono anche robot che danno un importante contributo nel campo della sanità che vengono utilizzati per operazioni chirurgiche.

Le intelligenze artificiali quindi, non possono solo essere viste come un qualcosa di negativo, perché rappresentano in alcuni casi una vera e propria risorsa. La loro creazione, però, va monitorata per evitare che diventi eccessiva.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi