• mercoledì , 22 Settembre 2021

Il ritratto di Simone Faraon

Semplicità e schiettezza: questo il fil rouge che ha guidato l’incontro del Salice con Simone Faraon. Ex allievo di Valsalice, attore per diverse compagnie teatrali, grazie alla sua incredibile dialettica è riuscito a farci entrare nella sua vita, donandoci una preziosa chiave di lettura per comprendere il suo pensiero e il suo percorso.

La sua infanzia è stata caratterizzata da un’inerzia incredibile volta al fatto che non volesse soffrire e ricevere l’ostilità altrui, gli anni di liceo da emozioni tenute nascoste in un cassetto.

La forza e il coraggio di “togliere la maschera” arrivano con uno spettacolo scritto di suo pugno e messo in scena davanti ai compagni al teatro Matteotti di Moncalieri, con cui ha deciso di regalarsi per la maggiore età una svolta nella sua esistenza e nel rapporto con gli altri. Una volta diplomato, ha conseguito una laurea in Scienze Politiche, assai utile perché ha elaborato una capacità retorica superiore alla norma, unita alle conoscenze acquisite durante gli studi liceali e, in seguito, universitari. <<Più studi e più ottieni competenze e più, di conseguenza, la gente ti ascolta>>: Simone mette la cultura in primo piano in ogni suo lavoro, in quanto si ha la possibilità di dialogare con le persone ed esprimere con forza le proprie idee.

Il suo sogno è sempre stato di diventare il prototipo di attore famoso, che viaggia molto, ha successo ed è acclamato dal grande pubblico; però ha sperimentato sulla sua pelle quanto questa vita sia anche stressante e difficoltosa, soprattutto quando cominciano le incomprensioni e gli impedimenti di chi lo ha scelto e ha sempre creduto nei suoi progetti.

Successivamente ha trovato la sua strada affidandosi solo ed esclusivamente al suo talento e alle sue idee, il suo mantra potrebbe essere <<meglio fallire con le proprie idee che avere successo con idee altrui>>. La coerenza in questo suo “credo” l’ha spinto a trovare una strada “ad hoc”. Simone, infatti, da dieci anni a questa parte, ha aperto una scuola di recitazione dove ha la possibilità di provare i suoi spettacoli e trasmettere anche ad aspiranti attori le sue competenze. Un “formattore” a tutti gli effetti.

La storia di Simone racconta che nessuna caduta è tanto profonda da compromettere i nostri sogni: si è lasciato affascinare dai tanti incarichi prestigiosi a lui offerti a Milano, prima, e in Sicilia, poi. E’ diventato “obeso di lavoro”, tralasciando però il vero motore della sua professione, la passione. È ripartito da piccole compagnie teatrali torinesi, dopo aver lavorato con Torino Spettacoli, e da lì è risalito fino al “Tredicesimo Piano”, spettacolo che racconta il lato oscuro del web e realizzato per i ragazzi delle scuole, sfidando la sua iniziale ritrosia nei confronti di monologhi o tematiche di questo genere.

Nonostante le difficoltà affrontate agli inizi, dovute alla poca empatia nei confronti del pubblico che lo considerava “mister perfettino”, ha sempre dimostrato capacità di rialzarsi dopo una sconfitta e grande professionalità. Ne è un esempio l’interpretazione dei personaggi nella loro psiche più profonda: è sempre stato attratto dal motivo per cui un personaggio agisca in una determinata maniera. Forse è stata questa una delle chiavi dei suoi ultimi successi.

Simone si è sentito particolarmente affine a Dorian Gray: la paura di invecchiare lo ha accompagnato e fatto specchiare nella profonda consapevolezza del personaggio di Wilde.

Così si delinea la sua spiccata personalità, una persona fragile come chiunque, ma che ogni volta che si risolleva conquista un mattone in più che lo rende più completo, ma anche più instabile e attaccabile da coloro che non condividono il suo stile. Ma sta anche, e soprattutto in questo, la sua straordinaria unicità. Nella sua quotidianità recita un copione all’interno di un altro decisamente più stravagante e ricco di colpi di scena: la sua vita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi