• mercoledì , 2 Dicembre 2020

Il Titanic dopo 100 anni…

“Iceberg dritto a prora!”. Sono state forse queste le parole di Frederick Fleet, la vedetta che diede l’allarme quella sfortunata notte del 14 Aprile 1912 alle ore 23:40. Stiamo parlando della nave soprannominata “l’inaffondabile”…

Il Titanic
La sua costruzione fu iniziata il 2 marzo 1909 presso i cantieri della Harland and Wolfe a Belfast. Il Titanic era di proprietà della White Star Line e registrato a Liverpool. Era lungo 269 metri e alto 59. Era una nave all’avanguardia per l’epoca: aveva tre ascensori in prima classe, due biblioteche e una sala da pranzo che poteva ospitare cinquecento persone. Arrivava a una velocità massima di ventiquattro nodi. Aveva due motori a vapore che consumavano ottocentoventicinque tonnellate di carbone al giorno.
Si imbarcarono personaggi illustri come l’attrice Dorothy Gibson , Benjamin Guggheneim che disse:”Non importano gli iceberg! Che cos’é un iceberg?”. Morí da signore sorseggiando brandy e fumando sigari dopo aver indossato il suo abito migliore. E ancora Molly Brown, soprannominata l’inaffondabile Molly, che sposò James Joseph Brown, proprietario della Ibex Mining Company.
Il Titanic si spezzò in due parti trascinando con sé 1514 persone, per la maggor parte di terza classe. Le scialuppe erano venti per una capienza totale di 1178 persone: piuttosto poco se si pensa che la nave poteva contenere 1323 persone e che perció 145 ne sarebbero rimaste fuori.
Comunque sia andata, adesso il Titanic riposa a 3805 metri di profondità spezzato in due parti.
Ma l’affascinante mito é perdurato nel tempo arrivando fino a noi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi