• venerdì , 23 Ottobre 2020

Il "VALSA-MOB"

Ore 13.55. Inizia il primo flash mob a Valsalice.

Fino a pochi minuti prima, tanti brusii trai i corridoi della scuola. Brusio di domande assillanti rivolte ai pochi, poveri compagni che sapevano cosa si sarebbe fatto e delle loro incessanti e ripetitive risposte: “Sorpresa!”

Di corsa giù dalle scale temendo di essere in ritardo. E poi finalmente le spiegazioni: tutto sta nella parola abbraccio.

Abbraccio che va oltre le paure, abbraccio che dissipa le tristezze, abbraccio che rimane da sempre un dono.

E così gli allievi della scuola dai più grandi ai più piccolini, si ritrovano nel campo da calcio e lì improvvisamente tutto si ferma.

Cala il silenzio e tutti si  immobilizzano nelle posizioni più stravaganti: ragazze pronte a fare sfilate di moda,

ragazzi intenti a legarsi le scarpe, ad ascoltare la musica o a tirare calci ad un pallone immaginario.

E poi, al segnale stabilito, una ragazza, come risvegliata, corre incontro agli altri e li libera dalla loro “immobilità”. Abbracciandoli.

Le persone finalmente libere seguono il buon esempio e senza alcun timore, con il sorriso sulle labbra si gettano nella mischia e passano il testimone ad altri.

Il calore di una risata riesce così a smuovere la freddezza dei ragazzi, che incapaci di tenere solo per loro la gioia che provano,

sono pronti, senza alcuna esitazione, a farla vivere anche alle persone che stanno loro vicino.

Fino a quando, richiamati alla realtà, gli allievi si guardano intorno e impassibili, come se niente fosse successo, si allontanano.

 

 

[box]Flash mob (dall’inglese flash: lampo, inteso come cosa rapida, improvvisa, e mob: folla) è un termine coniato nel 2003 per indicare una riunione, che termina in poco tempo, di un gruppo di persone in uno spazio pubblico, con la finalità comune di mettere in pratica un’azione insolita. Il raduno viene generalmente organizzato via internet  o messaggi. Le regole dell’azione possono essere illustrate ai partecipanti pochi minuti prima che questa abbia luogo o possono essere diffuse con un anticipo tale da consentire ai partecipanti di prepararsi adeguatamente.

Il primo flash mob in Italia si è svolto a Roma, il 24 luglio del 2003 organizzato dal blog flashmob.fantasmaformaggino.it e dal sito guerrigliamarketing.it. Oltre 300 persone si sono date appuntamento in Via del Corso, per poi invadere il negozio di dischi Messaggerie Musicali. I partecipanti hanno subissato i commessi con richieste di titoli inesistenti fino alla conclusione sancita da un lungo applauso.

L’ultimo invece si è svolto il 10 novembre 2012 quando si sono riuniti circa trentamila ragazzi in piazza del Popolo ballando sulle note di Gangnam Style con la musica che proveniva dai propri smartphone tramite l’applicazione Music mob. Non hanno seguito una coreografia precisa ma ogni membro del gruppo si muoveva più o meno a proprio piacimento e, soprattutto, compatto, senza alcuno spazio che li dividesse, come fosse un’unica entità. L’ evento è stato organizzato dal dal sito romaflashmob[/box]

 

 

clicca qui per vedere un flash mob 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi