• sabato , 28 Novembre 2020

Il colmo dei colmi

Per far abbozzare qualche sorriso sulla faccia delle persone, ecco una raccolta dei colmi e delle freddure più divertenti!

In libreria

Un uomo entra in libreria e chiede: “Avete un libro sui gatti?” Risponde il commesso: “Sì, ma non glielo consiglio.” “E perché?” – “Perché è scritto da cani.”

Bocciatura

“Carletto, ma perché sei stato bocciato di nuovo?” chiede il papà arrabbiato. “Per forza, mi hanno fatto le stesse domande dell’anno scorso”.

Super freddure

1: Un giornalista legge al giornale radio la notizia del giorno: “Le reazioni a caldo sono state piuttosto fredde.” 2: Che differenza c’è tra l’inferno di Dante e il campionato di calcio? Nessuna, entrambi hanno i gironi. 3: Che cosa fa pim – pim – pim – pim – tac? Un millepiedi con una zampa ingessata.

Tra capre

Due capre amiche, una più vecchia e una più giovane, vanno a spasso. A un certo punto la più vecchia dice: “Bella mia, stai attenta, non metterti mai sotto una panca!” – “E perché” – “Porta così male”

Una perdita

Un signore si reca all’ufficio oggetti smarriti, gridando forte: “Ho perso la pazienza!”

Al telefono

Maria è al telefono con un amica. Il marito ascolta la conversazione, perplesso. “Oh, noooooooo, ma non dirmelo, oh, incredibile! No! No! Non voglio neppure saperlo, non dirmelo! No! Nooooo!” Conclusa la telefonata il marito chiede: “Ma insomma, cos’è successo?” – Maria: “Non me l’ha detto!”

Al telefono 2

La signora chiude la telefonata. Il marito, seduto sul divano con il giornale, dice: “Ci sei rimasta solo quarantacinque minuti. Avevano sbagliato numero, vero cara?”

Frigorifero

Una donna si reca dal proprio medico. “Dottore, mi aiuti: mio marito crede di essere un frigorifero!” – “Va bene, me lo porti domani.” risponde. – “Mah, non so se faccio in tempo a sbrinarlo.”

Una nuova storia

Il ragazzo dice alla ragazza che sta scrivendo: “Cosa scrivi?” – “Un racconto” – “E di cosa parla?” chiede ancora. La ragazza risponde: “Due ragazzi si incontrano su una nave enorme, si innamorano, ma poi lui si taglia con un ferro, si infetta e muore.” Il ragazzo dice: “Che storia triste. Come si intitola?” – “Tetanic.”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi