• mercoledì , 21 Ottobre 2020

"On the road", una "scampagnata" alla volta di Vercelli

Contrariamente a ciò che si può pensare, “scuola” è molto più di sei ore di lezione, di voti, di pagelle. Lo dimostra l’uscita didattica delle prime classico A e B, sabato 13 aprile, che si sono recate a Vercelli accompagnate dai docenti Uglione, Cara e Fornero. I professori si sono adoperati per rendere questa giornata divertente e al contempo formativa, superando fisicamente le mura scolastiche e metaforicamente quelle che definiscono il formale rapporto professore/allievo.

Una mattinata all’insegna della cultura: la visita alla Basilica di Sant’Andrea, un gotico scoperto e apprezzato grazie all’esperta guida del Prof. Fornero, una lunga visita del Duomo di Vercelli e del rispettivo Museo del Tesoro, aperto e curato dall’illustre ‘ex allievo Valsalicense vescovo di Vercelli, il Cardinal Bertone. Le guide hanno intrattenuto i ragazzi, che hanno “sacrificato” il loro sabato (realizzando a fine giornata che questo non era certamente il termine più appropriato), con aneddoti riguardanti le tradizioni vercellesi. Molto interessante il rito dello “scoprimento della Croce“: la domenica di Pasqua, alle 6 del mattino, viene lentamente scoperto il prezioso Crocifisso d’argento e pietre preziose alla vista dei fedeli, con lenti procedimenti accompagnati da canti liturgici, metafore della vittoria di Cristo sulla morte.

Al museo c’è stata la possibilità di ammirare oggetti medievali, preziose reliquie e il celebre manoscritto inglese del Vercelli’s Book, redatto alla fine del X secolo, la cui presenza in territorio vercellese è rimasta tutt’oggi priva di spiegazione.

Al momento del pranzo, bando alle formalità, le classi (che forse per abitudine si sono fieramente e rigorosamente divise per sezione, una per tavolo) hanno gustato insieme ai professori il piatto tipico di Vercelli, la Panissa, un risotto squisito a base di fagioli e salsiccia; terminata la scorpacciata, si è festeggiato il compleanno del professor Fornero che, con tanto di crostata e cappuccino, ha concluso il pranzo tra gli scroscianti applausi degli allievi.

Non è certo mancato il tempo di ringraziare il professor Uglione, che ha reso possibile la realizzazione della giornata, il quale a sua volta ha ringraziato a nome di tutti l’ideatrice di questo meraviglioso day-trip: la professoressa Cara.

Il pomeriggio si è concluso nell’Abbazia Benedettina, con un’interessante visita guidata lungo il cortile interno e ripercorrendo le tappe della vita di San Benedetto, dipinte sulle pareti.

Sazi e soddisfatti (concretamente e culturalmente) gli studenti e i loro mentori si sono preparati ad affrontare il rientro in pullman; le due ore di viaggio sono volate, animate da giochi di gruppo e passatempi vari.

A conclusione di una giornata perfetta e soleggiata, il congedo e il segno di gratitudine manifestato, è stata la promessa di ripetere tutti insieme un’esperienza simile.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi