• lunedì , 30 Novembre 2020

Concorso di poesia: Nevicata

Nevicata

Agl’occhi degli amanti già vegliardi,
agl’occhi dei cuor ancor infatuati,
cadevano i fiocchi di neve alati
fuggendo da lor ciascun dei riguardi.

Giocar o gelar i padri con sguardi
scortavano infantili man nei prati
temendo, patendo, amando incantati
quel pianto aspro di cieli sì beffardi

Scendeva non lesto, ma adagio adagio
ai gorghi del vento ora abbandonato,
prima lasciato andare giù dai numi.

Così, un dì che l’estate ancor non sfumi
nel ciel perduto, perder può l’amato
il cuor nel respiro d’un solo bacio.

E. Cinnamon

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi