• martedì , 24 Novembre 2020

Un'onda al largo

Sabato sera. Siamo al largo, immersi in un’onda che non ci bagna. Non siamo in costume, ma (nonostante il maggio inoltrato) vestiti di tutto punto con felpe e jeans. Non ci stiamo tuffando da un pedalò o da uno yacht, ma semplicemente parlando. Ebbene sì, il largo in questione non è l’agognato altomare, ma Largo Saluzzo. Una piscina virtuale? No, una piazza dietro Porta Nuova. Qui alcuni ragazzi sbarcano e vanno in onda. Uno tsunami che travolge tutto il Piemonte senza distruggere nulla. Un maremoto che esce dalle casse di tantissime radio. Un’onda fatta non di acqua, ma di canzoni e parole. Non sono i canti di sirene o i versi di balene, ma le voci di ragazzi dai 16 anni in su. Non riescono ancora a crederci, gli studenti di Valsalice, così come le nonne, che sono convinte di avere i nipoti in casa propria. Tuttavia, non potendoli vedere, temono di avere delle allucinazioni. Stiano pure tranquille: non sono impazzite. Semplicemente, stanno ascoltando la radio. Infatti i ragazzi di ValsOnAir finalmente vanno in onda su FM, su PrimaRadio.

Ogni sabato sera, dal 9 maggio, essi si ritrovano a Largo Saluzzo, una piazza che, si stenterà a crederci, è piena di ragazzi. Qui montano la postazione, ma non senza l’aiuto dei tecnici. Questi sono gli unici che sanno collegare gli innumerevoli cavi, spinotti, chiavette… Intanto arrivano i curiosi: vecchiette che non attendono altro se non raccontare la loro vita, strani personaggi protagonisti di un socio-dramma (“più socio che dramma”), ragazzi che compiono gli anni e regalano pasticcini…

Alle 21.30 finalmente i microfoni si accendono e inizia “Baloon”, la trasmissione condotta da Andrea Soru (speaker di PrimaRadio) e i ragazzi di ValsOnAir. Questi, non abituati a parlare in FM, sulle prime sono un po’ freddi. Soprattutto, c’è la paura di fare figuracce (immancabili). Ma un paio di minuti e l’atmosfera si scioglie e si fa divertente.

Certamente, non bastano un paio di interventi: bisogna andare alla ricerca di persone da intervistare. Così si gira per la piazza e si incontrano l’ideatrice del socio-dramma, i mimi che si esibiscono ogni sabato sera e persone che non possono credere all’idea di andare in radio. Gli speaker più fortunati, ovviamente, capitano nella serata in cui la gente viene a chiedere essa stessa di essere intervistata: vuole presentare un’attività oppure semplicemente fare due chiacchiere. A chi non si imbatte in quell’ “élite” tocca convincere con entusiasmo anche i più restii. In ogni caso durante la serata si conosce, di sicuro, nuova gente e, fatto ancora più importante, si vincono varie paure. Prima di tutto, si impara a buttarsi e a non farsi troppi problemi. E poi, si mette da parte il timore dei passi falsi.

Tra una risata e l’altra (e magari qualche problemino con “MBstudio”) arrivano le 23.30. «Ed ora vi lasciamo in compagnia de “Il miagolio del leone”» si sente. Si è conclusa, quindi, solo la prima parte della serata. Ora inizia la rubrica condotta da Moreno e Davide (coppia indivisibile di PrimaRadio) che riempiranno le case fino alle 00.30. Ma la trasmissione, più che da speakers, è tenuta da due comici: riescono a far ridere chiunque e a rendere un’intervista troppo seria divertentissima. Ma il lavoro dei ragazzi di ValsOnAir continua: chi decide di non raggiungere l’agognato letto, diventa “galoppino”. Questo non è un nuovo surfista o cavaliere, ma semplicemente chi va alla ricerca di possibili persone note o interessanti.

Perciò, chi si trovasse nella zona di Porta Nuova dalle 21.00 alle 1.00 del sabato sera passi pure in Largo Saluzzo. Lì troverà un team un po’ particolare. Potrà con loro cavalcare un’onda indimenticabile senza avere un surf. E gli altri, accendano la radio sugli 89.0 e verranno travolti da una marea di risate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi