• venerdì , 30 Ottobre 2020

OK GLASS,CHANGE THE WORLD

Il 23 Giugno 2013 è stato compiuto un importante passo avanti per la medicina, grazie all’intuito del medico Rafael Grossmann, che opera all’Eastern Maine Medical Center. Per primo ha portato a termine un’ardua operazione chirurgica registrando il tutto con i “google glass”, un innovativo apparecchio tecnologico con le sembianze di un paio di occhiali, ma in grado di scattare foto,filmare e connettersi a internet tramite un semplice comando vocale.

Grossmann grazie a questo strumento così innovativo, ma che presto sarà anche altrettanto comune, ha potuto registrare l’operazione chirurgica senza violare la privacy del paziente e trasferendo l’intero filmato su un ipad, un tablet di Apple, solo grazie al wi-fi.

Ciò che il chirurgo intendeva dimostrare è la funzionalità di ordinari apparecchi tecnologi in ogni ambito della vita odierna, non solo quello ludico. Grossmann sostiene infatti che in alcuni casi della chirurgia non sia necessario utilizzare costosa e complicata  strumentazione elettronica, ma semplice attrezzatura familiare a tutti come l’ipad o l’ipod. Il chirurgo sostenne la sua tesi in un altro modo qualche anno fa: con l’ausilio di un semplice ipod touch e dell’applicazione “facetime”, che permette di vedere in tempo reale il proprio interlocutore, testò le condizioni di una bambina, che cadendo sugli sci si era procurata svariate fratture massiccio facciali.

Con questi  due tentavi Rafael Grossmann  non ha solo mostrato al mondo quanto le scienze, e la tecnologia con esse, siano progredite ma quanto siano utili oggetti di tutti i giorni e diffusi in tutto il mondo per salvare vite umane o per diffondere conoscenze scientifiche. Abbiamo sotto mano mezzi che hanno cambiato il mondo e che lo cambieranno in modo sempre più rapido e drastico.

I social network ad esempio sono stati i “portavoce”della primavera araba. Hanno cambiato il modo di comunicare e di rapportarsi con le persone. Ogni aspetto della nostra vita da cittadini del terzo millennio è influenzato positivamente da tale progresso. È grazie a uomini come Grossmann che capiamo che strumenti che solitamente servono ad istigare la nostra pigrizia, possono essere invece utilizzati per salvare vite umane o per rendere liberi dei popoli schiavi di una dittatura.

Noi siamo padroni dei mezzi che rendono possibili questi cambiamenti, sta a noi scegliere se trascorrere un’esistenza ottusa e priva di immaginazione o sfruttare a pieno il nostro ingegno per migliorare un mondo già fin troppo affascinante.

Ne è un fulgido esempio Steve Jobs, un imprenditore determinato a cambiare il mondo, che ha portato a termine i propri intenti. Ha reso accessibile a tutti il computer, prima utilizzato da pochi esperti, creando il “personal computer”. Portò al culmine del successo la sua azienda, la Apple. Dopo esser stato licenziato dalla sua stessa azienda fondò la Next e poco dopo la Pixar, come la conosciamo oggi. Fu riassunto nella Apple intorno agli anni novanta, che sotto la guida del suo fondatore si salvò dalla bancarotta. Jobs con una serie di creazioni e di idee geniali come iTunes, iPhone, iPod etc. rivoluzionò il mercato informatico riportando all’apice del successo la sua amata azienda. L’imprenditore della Silicon Valley ha riposto tutte le sue aspettative nell’elettronica intravedendo il suo potenziale.

Il vero scopo della tecnologia non è solo quello di agevolare lo stile di vita dei singoli individui ma di portare l’uomo oltre la sua immaginazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi