• giovedì , 22 Ottobre 2020

Il teatro sospeso sul mare

Da frequentatrice di un lido ligure riconosco che i passatempi sono un po’ lasciati all’ immaginazione dei singoli, ma c’ è una categoria di persone le cui pretese non vengono mai disilluse: gli amanti del teatro.

Palcoscenico naturale che ogni anno ospita rappresentazioni sempre nuove e originali, pur nella loro classicità, è Borgio Verezzi, “Perla della Liguria”.

Ecco sopravvissuto alle speculazioni edilizie un idilliaco paesino, di cui cantò anche De Andrè, composto da quattro diverse borgate di origine probabilmente saracena, in provincia di Savona, che offre una privilegiata vista panoramica sulla costa ligure.

IMG_7881

Questo borgo, annoverato nella categoria dei “più belli d’Italia” pare spuntare armoniosamente dalla roccia sulla quale fa da padrone alla costa ed è costellato da edifici della tipica pietra rosa.

Si aricola in numerosi viottoli talmente stretti che è impossibile passarvi con la macchina, quale meravigliosa rarità al giorno d’ oggi, ed ognuno di essi conduce ad un bar, un ristorante, un negozio, tutti pittoreschi e caratteristici.

È un passeggiare tra invitanti profumi sprigionati da delizie culinarie, finestre decorate da tendine a quadretti bianchi e rossi col pizzo, e balconcini ornati da fiori di mille colori che traboccano da vasi di terracotta.

La via principale, calcata da un suggestivo tappeto rosso, sbuca nella Piazza Sant’Agostino, ove si erge il palcoscenico del Festival Teatrale.

Tale evento ebbe luogo per la prima volta, quasi per gioco, nel 1967, ma riscosse un tale successo da protrarsi fino ad oggi, nella quarantasettesima edizione dedicata a Mariangela Melato, fulgido astro del teatro, scomparsa l’11 gennaio 2013: aveva anche lei calcato questo palcoscenico nel 1995 per ritirare il Premio Veretium, dedicato alla prosa.

IMG_7882

Forse in occasione dei cinquecento anni del “Principe” di Machiavelli ed in conformità con il tema dominante della rassegna di quest’ anno, la bugia, lo spettacolo d’ apertura è la “Mandragola”, rivisitata in chiave moderna, ma dalla resa scoppiettante che riuscirebbe a soddisfare anche i classicisti più conservatori.

Per la regia di Jurij Ferrini, interprete di Callimaco, una commistione vincente di classicità e gestualità contemporanea, atta a trascinare il pubblico in un vortice di risate.

Vicenda attuale che, come asseriscono le parole del regista “parla direttamente a noi… di noi”.

IMG_7879(1)

Il cartellone del 2013 prevedere otto spettacoli (di cui sette in prima nazionale) che, iniziati il 12 luglio, si protrarranno fino all’11 agosto.

Ma non è tutto: un’altra interessante iniziativa è “Aperitivo con l’attore” l’occasione ideale per scoprire tutte le curiosità e i dettagli sullo spettacolo che va ad incominciare.

Dunque, villeggianti delle località liguri, lasciatevi attirare dal bel borgo, anche solo per godere della vista della costa in una sera d’estate: piccoli preziosi splendenti adagiati su una distesa di velluto nero che è lo specchio della notte.

Di seguito il cartellone 2013 dal quale potrete prendere visione degli spettacoli proposti quest’ anno.

Non lasciateveli scappare!

http://www.festivalverezzi.it/category/cartellone-2013/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi