• lunedì , 19 Ottobre 2020

La storia di un uomo, la storia di un Paese

100x140_TheButlerLo scorso week end sono andato con i miei genitori a vedere questo film che mi ha davvero colpito e desidero consigliare anche ad un pubblico giovane come me.

Il film è tratto da una storia vera ed ha come protagonista Cecil, un uomo di colore nato nel Sud Carolina dove i suoi genitori vivevano del lavoro nei campi di cotone in condizioni di semi schiavitù in pieno clima razzista. Suo padre viene ucciso dal “padrone” e Cecil , divenuto appena un po’ più grande, dopo aver fatto esperienza come “negro di casa” nella famiglia bianca proprietaria dei campi di cotone decide di andarsene.

E’ così che , dopo alcune disavventure e difficoltà, viene prima assunto come maggiordomo in un grande hotel e poi, grazie alle sue doti di grande riservatezza viene assunto come maggiordomo alla Casa Bianca, dove presta servizio per circa 34 anni.

Il suo lavoro gli permette di dare casa dignitosa a sua moglie ed ai suoi due figli che frequentano le scuole per “negri”.

Cecil svolge con dedizione e passione il suo lavoro, rendendosi “invisibile” e “imperturbabile” quando entra nelle stanze presidenziali e facendo finta di non ascoltare nulla delle conversazioni che intanto cambiavano le sorti della storia. Così si guadagna la fiducia dei vari presidenti Americani che si susseguono da Kennedy, a Nixon, a Reagan che ogni tanto lo interpellano soprattutto sulle questioni legate ai problemi razziali. Sono gli anni della protesta non violenta di M.Luther King, dell’apartheid in Sud Africa, delle ribellioni della gente di colore in America.

Mentre Cecil vive con pacatezza tutto ciò, credendo nelle capacità dei diversi Presidenti e pensando che sia giusto svolgere bene e dignitosamente il proprio lavoro , il figlio maggiore, studente universitario, diventa attivista di gruppi ribelli e viene più volte incarcerato. Il contrasto tra il padre “maggiordomo negro” ed il figlio che fa della lotta per i diritti civili dei negri il suo principale scopo di vita diventa insanabile e per lungo tempo i due non si frequentano più. Quando però il ragazzo alla fine prendendo le distanze dai gruppi più violenti e iniziando una brillante carriera politica torna a casa, la famiglia si ricompone. Cecil comprende che forse ha ragione suo figlio , che è giunto il momento di lasciare il lavoro e dedicarsi alla famiglia.

Così sostiene le campagne elettorali di suo figlio e segue quella del nuovo candidato alla Casa Bianca :Obama. Purtroppo l’amata e anziana moglie muore poco prima della realizzazione del grande sogno : Obama , il primo presidente afroamericano vince le elezioni.

Cecil viene invitato alla Casa Bianca per conoscere il Presidente che è la rivincita vivente di una lotta durata secoli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi