• sabato , 24 Ottobre 2020

Attimi di Olimpiade

Le Olimpiadi: evento unico nel loro genere, pregno della gloria delle antiche origini e delle aspettative per le future edizioni che non vengono mai deluse. Un evento sportivo caratterizzato da momenti intensissimi: lacrime di gioia e delusione, braccia al cielo per una vittoria sperata ma inaspettata, l’orgoglio negli occhi dei genitori, l’entusiasmo del pubblico unito dal patriottismo.

Le Olimpiadi di Sochi non solo hanno onorato le mitiche radici dei giochi, ma hanno superato le precedenti edizioni nel rendere omaggio al vero obiettivo di questo avvenimento: la coesione tra diverse popolazioni e culture. La Russia infatti, nazione più estesa del globo, si è unita per due settimane nel nome dei cinque cerchi, simbolo dei giochi. Il percorso che la fiaccola Olimpica ha dovuto percorrere è stato il più lungo e impervio percorso mai visto nella storia dei giochi. Un evento cominciato con un preambolo così particolare e atipico non poteva continuare che in modo stupefacente.

ted-ligety-gate-crusher_fe

Evgeny Plushenko, campione nel pattinaggio di figura, il favorito nella sua categoria, non ha retto al peso dell’infortunio e ha deciso di ritirarsi dalla gara. Storia diversa per il campione nello slalom gigante Ted Ligety, primo nonostante un  forte dolore al ginocchio.

maze-gisin-AFP-TELEFOTO-kv3F--258x258@IlSole24Ore-Web

La discesa libera (sia maschile che femminile) ha riserbato grandi sorprese. Mayer, ha conquistato la medaglia d’oro, superando il padre che vinse quella d’argento vent’anni prima. Mentre sul podio femminile un oro ex equo per la slovena Tina Maze e la svizzera Dominque Gisin, che sorprendentemente hanno tagliato il traguardo a 130 km/h nello stesso identico tempo.

kostner

Purtroppo poche sorprese per gli italiani: siamo ventiduesimi come numero di medaglie ottenute, ma tra quelle ci sono il bronzo di Zoeggler, primo uomo ad aver conquistato almeno una medaglia in ben sei Olimpiadi diverse. Sempre un bronzo per l’aggraziatissima Carolina Kostner  in una finale di pattinaggio di figura molto discussa a causa di una giuria composta quasi per intero da giudici russi, la stessa nazionalità della vincitrice Yulia Lipnitsakaya. Ha fatto molto discutere anche la finale di short track femminile staffetta 3000 m, dove l’Italia ha conquistato il bronzo grazie alla prontezza di Arianna Fontana: la valtellinese, malgrado una caduta che ha spalancato la porta alla vittoria della cinese Yang Zhou,  ha garantito  il podio all’Italia.

miller_lacrime_sochi_getty

Relativamente delusi anche gli Stati Uniti, che sono arrivati quarti nell’ hockey  su ghiaccio dietro a Canada, Svezia e Finlandia e hanno visto il loro “paladino” della discesa libera e dello slalom gigante Bode Miller partecipare alle Olimpiadi per l’ultima volta. Miller, sesto nella discesa libera in questa edizione dei giochi, arrivato al fondo amareggiato e deluso, ha lasciato cadere qualche lacrima, in memoria del fratello. Si sono così concluse le Olimpiadi nel ricordo di attimi di storia indimenticabili ed irripetibili.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi