• domenica , 25 Ottobre 2020

Il valore della sconfitta

La sconfitta, soprattutto in quest’ultimo decennio, si  trasforma spesso  in una disfatta incancellabile che segna per sempre la vita di colui che non ha raggiunto la vetta. Infatti nella maggior parte degli sport, anche nelle Olimpiadi, non si ricerca più il valore dell’essere lì, di partecipare ad un evento importantissimo che unisce i cuori di milioni di persone, ma la sola gloria personale. Tuttavia l’agonismo è stato spinto all’estremo, portando molto spesso gli atleti ad allenarsi ininterrottamente per diverse ore e a sottoporre il loro fisico a fatiche sovrumane.

Per di più, quando un uomo in gara non viene nemmeno sorretto dal proprio preparatore atletico, nel momento in cui non riesce a conquistare il primo posto, allora, proprio allora, l’atleta sente di essere stato abbandonato e di non essere stato abbastanza bravo da soddisfare le immense aspettative di tutti coloro che prima del torneo lo avevano osannato. Una volta si gareggiava per il semplice piacere di mettersi alla prova e di divertirsi, oggi invece ogni disciplina ha molto spesso come fine ultimo il prestigio e il guadagno.

Prendiamo come esempio il calcio. Anni fa si giocava per passione, per divertimento. Attualmente ogni giocatore cerca di far vincere la propria squadra in ogni modo, simulando di aver subito un fallo, o si vendica di un avversario o decide di cambiare club per il fatto che in un altro team riceve più soldi. Tutto è mosso dal desiderio del profitto personale e della fama che, oggi, sembra essere raggiunta solo con il valore in denaro del giocatore. Un episodio calzante è quello riguardante l’Italia nel mondiale in Brasile di quest’anno.

La nostra Nazionale, soprattutto in questi ultimi anni, non è mai riuscita a trovare un assetto vincente, un talento su cui contare sempre. La disfatta italiana dell’estate 2014 ci ha deluso molto, ma ci ha mostrato il motivo di questa nuova sconfitta, cioè la mancata fiducia nei talenti dei giovani; nel campionato italiano non sono emersi nuovi calciatori pronti a prendere  le redini del gioco dell’Italia, proprio perché nelle squadre ci sono sempre gli stessi titolari e perché si continua ad investire nei calciatori esteri e non nazionali. La sconfitta dunque può diventare  un mezzo con il quale  riuscire a capire il problema, gli errori commessi e   ricostruire le basi per una nuova vittoria o, per lo meno, per rimettersi in carreggiata. Non bisogna temere di  mettersi alla prova in gare difficili, che possono mettere a dura prova la resistenza fisica e mentale.

 

La vita dunque ci mette costantemente a contatto con situazioni difficili che provano la nostra determinazione e ciò che essa ci insegna principalmente è la capacità di rialzarsi dopo essere caduti, di lottare sempre e di non arrendersi, perché solo con il massimo sforzo e impegno si possono raggiungere grandi risultati. Alcune volte sono proprio le delusioni e le sconfitte a far emergere i nostri valori e talenti più grandi.

Esemplificativo di questo concetto è il film “Stelle sulla terra” il cui significato sta nel continuare a lottare per i propri ideali e obiettivi, non facendsio bloccare dagli ostacoli che gli atri pongono sul nostro cammino. Qui di seguito c’è la frase che traduce maggiormanee il messaggio di questo film: “Sulla nostra terra sono spuntate piccole stelle che, con la loro luce, hanno illuminato il mondo perché sono riuscite a farci guardare le cose con i loro occhi; pensavano in maniera diversa, e le persone vicine non lo accettavano e le hanno ostacolate , ma loro ne sono uscite vincenti al punto che il mondo è rimasto a bocca aperta”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi