• venerdì , 23 Ottobre 2020

Leggere in rete

“Quanto costa questo libro?”, è una formula destinata a estinguersi. Con l’insinuarsi della tecnologia e di Internet in ogni momento della nostra giornata, i libri in “carta e ossa” vengono spesso sostituiti da e-book e Pdf. Le versioni digitali sono più pratiche da portare in giro, cento volumi in un rettangolo multimediale. Non solo: stanno prendendo piede sempre più in fretta molte piattaforme mediatiche come Wattpad – il “social network per scrittori”-, dove lettori e scrittori possono leggere e scrivere gratuitamente, commentare e votare le storie, che sono coperte comunque da copyright. Il mondo della scrittura si sta dunque evolvendo o invece si degrada? Queste piattaforme possono essere un trampolino di lancio per giovani aspiranti scrittori oppure possono rivelarsi una speranza vana, una strada utopistica, come a volte accade, quando il sopraggiungere della tecnologia modifica un mestiere e lo rende semplice e alla portata di tutti – lo fa sembrare facile. Mentre fino a pochi anni fa il processo di stesura e pubblicazione di un libro era un evento unico e irripetibile per un autore, oggi questa attesa, questo batticuore, questa bellezza viene annullata in pochi passaggi di mouse, e le pile di libri nelle librerie sono sostituite da pagine intangibili che scorrono su uno schermo piatto.

Kindle è l'e-reader più famoso

Kindle è l’e-reader più famoso

In questo stato di transizione in cui possiamo leggere libri in carta – toccando le copertine mentre ne pregusti il contenuto,  mettendo orecchie e segnalibri, qualche volta segnando una data sulla prima pagina –  e al tempo stesso invece optare per i loro equivalenti digitali, possiamo ancora scegliere “come” leggere.

libri

E mentre la maggioranza afferma che, oltre ai vantaggi del digitale già elencati, le versioni su Internet siano oltretutto le più sicure – i cartacei non sopravvivono a incendi, topi, guerre – e le più “verdi” – non si radono al suolo foreste amazzoniche quando si pubblica in rete un libro -, se si chiede a un ragazzo tra i dieci e i vent’anni scome preferisca leggere, la risposta è sempre quella: un libro è un libro se lo si tiene tra le mani, ne si svogliano le pagine, ne si annusa l’odore.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi