• giovedì , 22 Ottobre 2020

Summits of my Life

In montagna c’è chi scala e chi cammina, o al massimo corre. E poi c’è lui, il giovane catalano che vola su e giù per le montagne. Kilian Jornet Burgada ha appena 27 anni e già può vantare numerosi record sui monti di tutto il mondo.

Nato da genitori proprietari di un rifugio a 2000 metri ha sempre avuto la montagna non solo nel cuore, ma anche nel sangue. E così, dopo essersi appassionato allo scialpinismo, ha sperimentato con successo la via dello skyrunnig. Ed è riuscito anche a lasciare segni di questa sua passione, e non uno solo.

600px-Kilian-Jornet-Burgada-fonte-ufficio-stampa-Suunto1

Nel 2010 ha attraversato i Pirenei in otto giorni, giungendo al Mediterraneo dall’Atlantico. 830 km che un alpinista medio impiegherebbe all’incirca un mese a percorrere. Inutile dire che la sua impresa fu da record. Così come la scalata del Kilimangiaro, sempre nel 2010, e il Monte Olimpo, intrapreso l’anno successivo. Nel giugno 2012 ha dato vita al progetto “Summits of my Life” in cui si è prefisso l’obiettivo di superare i record di ascensione delle più importanti cime del mondo. Monte Bianco, Cervino, Monte Elbrus, Aconcagua, Monte McKinley, Everest. Tentata con successo l’impresa col Bianco nel luglio 2013, nell’agosto seguente si confronta con il Cervino.

kilian

Il pomeriggio del 21 agosto parte dalla chiesa di Cervina (2050 m.) diretto alla vetta (4478 m.) In appena 1 ora e 56 minuti giunge in cima e dopo 55 minuti e di nuovo nel centro del paese. 2 ore e 52 minuti di corsa, che in realtà assomiglia più ad un volo, saltando tra una roccia e un’altra. Ad aspettarlo c’è Bruno Brunod, valdostano, classe 1962, che nell’estate del 1995 aveva stabilito il record di ascensione al Cervino, impiegando 22 minuti in più rispetto a Kilian. Ed è proprio a Bruno che lo spagnolo si era rivolto in vista della sua impresa, per farsi consigliare e per scoprire le sue tecniche.

In questi giorni Killian Journet è tornato nella Vallée per presentare un film, intitolato appunto Summits of my Life, in cui presenta le sue imprese. Non poteva mancare l’amico e collega Bruno Brunod che ha nuovamente lodato l’impresa di Kilian. Ma vedendo i due, sorridenti, uno brizzolato, l’altro dai ricci scuri, viene spontaneo paragonare non solo le due imprese, pressoché simili, ma anche i due “uomini”.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi