• martedì , 27 Ottobre 2020

Il sonno

Il sonno é comunemente definito come uno stato di riposo contrapposto alla veglia. In realtà é, come quest’ultima,  un processo fisiologico attivo che coinvolge componenti multiple del sistema nervoso. Infatti avvengono durante questo stato molti “cambiamenti” a livello cerebrale, tanto che particolari cellule compiono da cinque a dieci volte il loro lavoro consueto.

sonno

Nel sonno viene eretta una barriera percettiva con il mondo esterno che però può essere abbttuta da uno stimolo sensoriale intenso. Esiste una teoria secondo la quale il momento di riposo sarebbe quello dell’apprendimento in quanto avviene un grande incremento dell’attività cerebrale in particolare durante la fase REM (Rapid Eye Movement), che aumenta di durata in base alla quantità di concetti appresi (i neonati ad esempio hanno una fase Rem estesa).

Questa fase viene accompagnata da alterazioni corporali fisiologiche come irregolarità cardiaca e respiratoria ed é propro in questa ultima delle cinque fasi macroscopiche in cui si suddivide il sonno che si sogna.

ritmi-sonno-veglia-bambini

Studi della Duk-NUS Graduate Medical School di Singapore hanno esaminato gli effetti a livello cerebrale della durata di sonno: tanto meno si dorme tanto più é veloce l’invecchiamento del cervello. É stato scoperto che chi dorme meno presenta un ingrossamento dei ventricoli cerebrali più veloce, questo porta ad una diminuzione delle capacità cognitive e ad uno sviluppo di malattie degenerative quali Alzheimer.

Altre ricerce pubblicate su Nature sono quelle di due ex allievi del Sant’Anna di Pisa. Sono Giulio Tononi e Chiara Cirelli impegnati all’università Madison del Wisconsin: i loro studi rilevano che una stanchezza eccessiva provoca un “off-line” di alcune parti del cervello mentre il resto rimane sveglio.

index

Il risultato é un peggioramento delle prestazioni e una maggiore frequenza di errori.

Il sonno é un elemento fondamentale per la salute di tutti gli esseri viventi e in suo onore il 14 maggio si festeggia in tutto il mondo il World Sleep Day, Giornata Mondiale del Sonno. Lo slogan 2014 é stato ” Restful sleep, easy breathing, healthy body“, messaggio che esalta tre particolarità per un sonno ristoratore, in particolare riguardo le apnee notturne che gli esperti indicano come dannose, nonostante la maggior parte dei malati non sia cosciente di esserne affetto.

snoopy_sonno

Uno dei fattori piu significativi é l’obesità, infatti l’accumulo di grasso nelle vie respiratorie può ridurre l’apertura delle gola e il malfunzionamento del diaframma a causa di un addome abbondante. Gli esperti segnalano però che una  semplice perdita di peso potrebbe risolvere il problema. Infine una stanchezza frequente può portare a comportamenti poco salutari come l’assunzione di troppe calorie e la mancanza di esercizio fisico.

Perciò soprattutto per i giovani é importante incontrare la buona abitudine del dormire perchè si rimanga in salute.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi