• martedì , 20 Ottobre 2020

Frantumiamo la sfera di cristallo

Group of teenagers sitting in classroom with raised hands.

 

Il corretto metro di valutazione di un Liceo dev’essere la capacità dell’istituzione scolastica di consentire ai proprio alunni l’accesso alle migliori Università, sia in ambito nazionale che internazionale. Conseguentemente, in una società che è in continuo mutamento, anche le scuola che hanno grande tradizione ed una nobile storia devono adeguarsi con flessibilità. Proprio da questo concetto nasce la sempre accesa critica ai Licei italiani.

Questi, troppo spesso, rimangono ancorati a logiche ormai desuete e totalmente avulse dagli obiettivi concreti che studenti desiderosi di essere competitivi nel mercato del lavoro di domani devono porsi. In fondo si può ben utilizzare la metafora dell’allenamento. Ci prepariamo per cinque lunghissimi anni con dure sessioni di allenamento giornaliere nelle più svariate discipline per poi farci strappare la vittoria da persone che, per conoscenza enciclopedica non sono minimamente paragonabili a noi, ma hanno una preparazione esclusivamente parametrata all’obiettivo. Per tornare alla metafora, nulla sanno delle diverse discipline sportive, ma corrono velocissimi nella prova finale che è appunto una gara di corsa.

Questo è il grande limite dei nostri Licei. Mentre il mondo sta correndo di gran carriera in direzione di una sempre maggiore specializzazione, le nostre scuole continuano a puntare su una competenza generica e sull’insegnamento del metodo di studio. Questi ultimi sono strumenti indubbiamente assai utili per la formazione di carattere generale dell’individuo, ma che ad un certo punto del percorso, appresili, devono lasciare il posto ad uno studio più specifico e differenziato a seconda dell’obiettivo che l’alunno, secondo le proprie capacità ed inclinazioni, intende raggiungere.

 

mainimg

 

Un Liceo, quindi, di eccellenza ti consentirà di accedere alla facoltà di Filosofia della Scuola Normale di Pisa piuttosto che alla facoltà di Ingegneria dell’MIT di Boston oppure alla facoltà di Legge di Harvard. Per ottenere questi risultati è necessario che negli ultimi due anni della scuola superiore di secondo grado vi sia, prima di tutto, un orientamento serio e coscienzioso degli studenti che, compiuta la scelta, potranno frequentare i corsi  mirati esclusivamente al raggiungimento di quello specifico target.

Indubbiamente la maggioranza dei Licei italiani non si basano su una struttura simile, ma anzi rimangono all’interno della propria sfera di cristallo senza adeguarsi alle necessità sempre in evoluzione dello studente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi