• mercoledì , 21 Ottobre 2020

Salone del Gusto e Terra Madre, tutto esaurito!

imagesJBTXU8EO

Anche quest’anno, come da tradizione, la città di Torino ha ospitato l’appuntamento biennale con il Salone del Gusto e la mostra dedicata al fotografo Terra Madre.

Il tutto si è svolto durante l’ultimo fine settimana di Ottobre al Lingotto Fiere, riscuotendo grande successo e attirando un pubblico internazionale.

Numerosi sono stati i commenti, la maggior parte positivi, come si può dedurre dal tutto esaurito registratosi in numerose serate.

Il giornale piemontese “La Stampa” lo ha definito come una “cerimonia in grande“, riferendosi soprattutto alla giornata d’apertura, in cui è stata letta una lettera mandata da Papa Francesco.

Tra i commenti più significativi c’è anche quello della First Lady americana Michelle Obama che afferma: Il vostro impegno per salvaguardare le tradizioni regionali e i sapori locali sta facendo la differenza per le persone di tutto il mondo” .

I temi principali della 10° edizione sono stati L’Arca del gusto, che aveva il compito di segnalare i cibi e gli alimenti in via d’estinzione, e l’agricoltura familiare (le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2014 “l’anno dell’agricoltura famigliare“), che ha ospitato numerosi incontri per affermare il diritto dei contadini di essere rispettati e trattati con dignità.

Un tema molto caldo e attuale, in un mondo in cui i mestieri legati alla lavorazione della terra (i pilastri della società, sia nell’era neolitica che nell’era iper-tecnologica in cui viviamo) vengono sempre più screditati e declassati senza che ci si renda conto della loro effettiva importanza.

La particolarità dell’edizione del 2014 è rappresentata dall’inserimento del padiglione n.5 del Lingotto, interamente dedicato alla didattica e all’educazione del gusto.images7K2FNX3C

Immancabili gli appuntamenti nell’area Slow Food Educa per tutta la famiglia e le scolaresche e il laboratorio del gusto. Ha poi debuttato la Scuola di Cucina, dove grandi e piccini hanno potuto assistere alla realizzazione di un piatto dal vivo, proprio come succede nelle vere cucine professionali. Un ottimo metodo per valorizzare le tradizioni culinarie italiane e per incuriosire anche i più piccoli, rendendoli partecipi della realizzazione di un’opera d’arte, quale è ogni piatto, in modo tale che un giorno potranno essere loro i paladini della cucina italiana (ancora oggi una delle migliori al mondo).

Per quanto riguarda l’organizzazione, il Salone del Gusto era composto da diversi stand, uno per ciascuna regione italiana; invece allaMadre Terra degli stati stranieri, gli stand erano organizzati in modo tale che ce ne fosse uno per ogni stato.

Ciascuno stand offriva deliziose prelibatezze, dal dolce al salato, tipiche delle regione, per soddisfare anche i palati dei turisti arrivati da paesi lontani.

Tutti gli organizzatori hanno dichiarato durante la conferenza stampa di chiusura di essere molto soddisfatti e che la decima edizione del Salone del Gusto e di Terramadre hanno rispettato le aspettative, registrando un’affluenza pari, se non maggiore, agli anni precedenti.

L’unica dfferenza significativa rispetto alle edizioni precedenti è stata l’orario delle visite, spostatosi alla mattina.

Da un lato questa è un’ottima notizia, perché testimonia l’aumento dei visitatori stranieri o provenienti da altre regioni, ma c’è anche un’altra faccia della medaglia, ovvero la diminuzione dei visitatori residenziali, probabilmente condizionati dalla crisi economica.

L’assessore alla cultura, turismo e promozione della città di Torino Maurizio Braccialarghe ha dichiarato “Trovo molto importante l’incremento qualitativo di questo Salone del Gusto e Terra Madre, ovvero l’aumento della presenza dei giovani e delle persone che si vogliono documentare attraverso i libri.”.

Il Salone del Gusto e Terramadre sono quindi molto significativi per la città di Torino e rappresentano importanti fonti di cultura, turismo e commercio, rimanendo così molto importanti per la città stessa.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi