• lunedì , 19 Ottobre 2020

75 anni di "Via col vento"

E’ il 15 Dicembre del 1939 quando viene proiettato per la prima volta ad Atlanta, in Georgia, uno dei più grandi film mai realizzati: “Gone with the wind”, in Italia meglio conosciuto con il titolo italiano “Via col vento“.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mitchell, best- seller degli anni Trenta ormai piuttosto datato ma che si presta come soggetto alla realizzazione di un film colossale, che rappresenta il massimo sforzo produttivo della cinematografia hollywoodiana, frutto dell’ostinazione del produttore David O. Selznick. Per quanto riguarda la regia Victor Flaming ha la meglio su George Cukor e Sam Wood.

La sceneggiatura passa di mano a molti degli scrittori più acclamati come Francis Scott Fitzgerald o Sidney Howard. Per la scenografia sono ingaggiate 2400 comparse e per ricostruire il famoso incendio vengono bruciate le scenografie del precedente film “King Kong”.

via col vento1

 (Rossella O’Hara e il padre guardano la loro terra “Tara”)

Una volta terminato, il film non delude le aspettative del pubblico che decreta a “Via col vento” un successo che continua a sfidare il tempo facendone un caso unico nella storia del cinema. Questo avvenne anche grazie alla vincita di ben dieci Academy Awards (gli Oscar).

Le vicende della realizzazione del film furono molto complicate. Prima di tutto per la scelta dell’attrice protagonista. Infatti mentre Clarke Gable era già nell’immaginario collettivo per la mitologica figura di Rhett Butler (la stessa Mitchell aveva dichiarato di essersi ispirata all’attore per delineare il personaggio), la ricerca di Rossella scatenò una vera e propria guerra tra le star. Quasi tutte le grandi dive di Hollywood si presentarono per il provino: da Bette Davis a Katharine Hepburn, da Barbra Stanwyck a Joan Fontaine. Alla fine venne scelta una semisconosciuta attrice inglese: Vivien Leigh, che divenne l’immortale Rossella O’Hara.

via col vento2

 

 (Rossella e la sua nutrice Mami in una delle scene più celebri)

La trama è nota: la guerra di secessione sta per scoppiare, ma il fatto è ignorato dalla bella e testarda Rossella, presa dai suoi mille corteggiatori e dalla vita spensierata da facoltosa cittadina del Sud. Rossella è innamorata del cortese Ashley Wilkes che sposa invece la dolce Melania Hamilton.

Durante il pomeriggio trascorso alle “Dodici querce“, la tenuta dei Wilkes, sono introdotti gli argomenti e i nodi cruciali della vicenda: l’amore non corrisposto da Rossella verso Ashley, il matrimonio tra Melania e Ashley, l’incontro di Rossella con l’affascinante e misterioso Rhett Butler e la guerra che cambierà il destino dei personaggi. Queste questioni  danno vita all’epopea di Rossella, capricciosa e caparbia, ma anche infantile e romantica sposata due volte per interesse e due volte vedova, vittima della guerra a causa della quale perde ogni ricchezza e la tenuta  di Tara viene distrutta.

via col vento6

 

 (Rossella alle “Dodici querce”)

 

L’indomabile  Rossella si risolleva sempre e sa adeguarsi  ai tempi di crisi e povertà con una mentalità intraprendente e priva di giudizi. Troverà in Rhett, suo terzo marito, il compagno ideale che la supporta e la ama veramente.

Il suo amore è corrisposto da Rossella che però capirà troppo tardi quello che prova davvero, solo quando si renderà conto che i suoi sentimenti per  Ashley sono solo un capriccio giovanile. Alla fine, dopo un matrimonio, una figlia insieme e una magnifica casa, Rhett rinuncia a Rossella perchè non crede più che lei sia innamorata sul serio, ma ella, ostinata non vuole lasciarlo andare e vuole dimostrargli i sentimenti che prova, tant’è che il film si conclude con le due celebri frasi: “Francamente, mia cara, me ne infischio” e “Tara! A casa! A casa mia! E troverò un modo per riconquistarlo. Dopotutto, domani è un altro giorno!…

Il film lascia un finale aperto…lascia spazio all’immaginazione del pubblico che spera che i due ritornino insieme.

via col vento5

 

 

(Rossella e Rhett)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi