• lunedì , 26 Ottobre 2020

Eurovalsa. I numeri degli studenti all'estero

I valsalicensi amano l’Europa. Questo il risultato emerso dall’inchiesta svolta dalla redazione del Salice sugli studenti della nostra scuola che dopo l’ultimo anno hanno deciso di andare via dall’Italia per un periodo di tempo più o meno lungo. Chi attratto dalle opportunità offerte dal progetto europeo E.r.a.s.m.u.s. e chi, invece, dalle proposte in campo lavorativo concesse dopo l’università. Una tendenza in linea con la mobilità degli universitari del resto dell’U.E. e che l’Italia accoglie e favorisce, se si pensa al fatto che la terza università europea per numero di studenti inviati per l’Erasmus è l’università di Bologna.

giovani_europei1

Nella nostra scuola, nel periodo che va dall’anno scolastico 2008-2009 a quello 2013-2014, gli studenti “fuggitivi” dell’ultimo anno di liceo sono stati ben 68, 36 ragazzi e 32 ragazze. Parlando in percentuali, rispettivamente il 53% e il 47%. Un dato questo  che si distacca dalla media italiana in generale (58% le ragazze e 42% i ragazzi) e da quella piemontese in particolare (51.3% le ragazze contro il 48.7% dei ragazzi). Secondo quanto afferma inoltre la Commissione Europea, le donne che hanno usufruito dei servizi per lo studio all’estero sono state addirittura il 61%, di età compresa tra i 21 e i 22 anni per un periodo in media di sei mesi. Un Europa dunque in rosa, almeno per quanto riguarda i rapporti degli ultimi anni.

 

I dati europei sulle destinazioni privilegiate dagli studenti vedono al primo posto la Spagna, che accoglie circa 40.000 studenti, seguita a ruota da Germania, Francia e Inghilterra. Il Regno Unito è tuttavia la meta prescelta del 25% dei nostri studenti, attratti dalle possibilità offerte in campo curriculare e lavorativo e dalla occasione di perfezionare la lingua. La Spagna, diversamente dalla tendenza europea, è stata scelta “solo” dal 17% dei ragazzi, mentre è in testa alla “classifica” la Francia con il 25% delle preferenze per gli studi universitari. In basso troviamo la Germania, destinazione del 10% di loro, e la Svizzera con il 5%, anche se non all’interno dell’U.E. Non manca tuttavia chi sceglie mete anche al di fuori della comunità europea e in particolar modo U.S.A.(14%) e Cina (2%), soprattutto per stage generalmente di sei mesi.

Erasmus-per-giovani-imprenditori

Il periodo che va dall’anno scolastico 2008-2009 a quello 2010-2011 è stato il più ricco dal punto di vista delle esperienze all’estero: 47 ragazzi sul totale di 68 si sono diplomati a Valsalice in quegli anni e in seguito, si sono spostati all’estero per studiare diversi mesi (22 ragazzi) oppure per iniziare un percorso universitario (26 ragazzi) . L’anno scolastico simbolo della “migrazione valsalicense”  invece è stato il 2009-2010. Ben 22 studenti (9 ragazzi e 13 ragazze) hanno intrapreso la strada dell’estero, di cui 11 Erasmus e 11 università direttamente “fuori”, a differenza degli 11 (6 ragazzi e 5 ragazze) del 2008-2009. Una media che è perfettamente in linea con i dati italiani: nel 2009 gli studenti che hanno usufruito dei programmi di studio sono stati 21039 contro i 19376 del 2008.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi