• mercoledì , 21 Ottobre 2020

Eurovalsa. I prof "oltre confine"

Dicono la loro sull’esperienza all’estero dei giovani studenti italiani anche due professori, vale a dire Giorgio Bruno, responsabile dell’orientamento di Valsalice in uscita, e la professoressa di Inglese Laura Cara che bene conosce le dinamiche di studio fuori dai confini nazionali.

Il primo a rispondere è il prof.Bruno

È una buona possibilità per uno studente dopo il liceo proseguire gli studi all’ estero?

Sicuramente è una prospettiva da non sottovalutare e se possibile cogliere, certamente essa non deve divenire la sola scelta per proseguire gli studi.

 Seguire il progetto Erasmus può essere utile allo studente?

Erasmus è un progetto che in vigore fin dagl’ anni dal 1987, ma negl’ ultimi anni ha conosciuto uno sviluppo incredibile garantendo corsi di studio e di formazione, anche grazie a dei tirocini. Però presenta alcune problematiche: rischia infatti di divenire semplicemente un’esperienza e non dare al giovane una visione più ampia della realtà che lo circonda. È necessario però valutare sempre caso per caso dato che alla fine è lo studente a vivere questa scelta.

0014

 Ritiene possibile cercare di attuare un progetto simile a quello di Erasmus già per il Liceo ?

In Europa e in Italia sono già in corso progetti di riforma che vogliono puntare in questa direzione. Però è necessario rivalutare il concetto stesso di Liceo perché tentare di conciliare la maturità, i test universitari e periodi di studio all’ estero rischia di compromettere il valore stesso degli studi superiori. Oggi comunque non è ancora attuabile nel sistema scolastico italiano.

 Quindi secondo lei è un bene che si proceda in questa direzione?

Certamente la scuola italiana deve fare delle modifiche verso l’internazionalizzazione, però ciò che io ritengo sia più utile non è uno stravolgimento del sistema liceale ma un compromesso tra le due parti che garantisca una serena coesistenza tra gli studi superiori e contatti con l’ estero.

 Lei ha parlato di “esterofilia”: cosa intende con questo termine?

Specialmente negli ultimi anni vi è una esaltazione dell’ estero come sinonimo di lavoro sicuro e di una preparazione formativa superiore rispetto a quella italiana. Ciò non è assolutamente vero perché l’Italia conta ancora su istituti di altissimo livello: basti pensare solo al Politecnico di Torino e molti altri.

DSC_0342

 Il Liceo in Italia garantisce una formazione sufficiente per poter conseguire con successo studi universitari esteri?

Dipende sempre dal singolo studente poter seguire questa strada: nel caso del Liceo Classico gli strumenti per seguire un percorso di questo tipo ci sono, dato che può fornire una forma mentis utile non solo al proseguimento di studi classici ma di ogni genere.

 Ha accennato il fatto che deve essere una scelta comunitaria: cosa vuole dire?

La decisione di andare o meno all’estero non va presa in solitudine, ma consultandosi con altre persone. Per prima cosa è utile sentire il parere dei genitori, poi può essere anche utile ascoltare i consigli dei propri insegnanti o approfittare delle proprie amicizie per trarre benefici dall’esperienza di amici già attutato questa possibilità. Questo perché non si deve agire sull’ onda dell’ entusiasmo e della moda.

 Se avesse avuto la possibilità di fare un viaggio studio al liceo lo avrebbe fatto?

Anche se dopo il Liceo non volli fare nulla di simile ad Erasmus, ripensandoci, durante le superiori sarebbe certamente stata un’opportunità che probabilmente avrei colto. Certamente la decisione non l’ avrei presa da solo ma appunto seguendo i consigli di chi mi stava educando e non solo. Però non so quanto avrei poi perso della vita liceale, nella sua esperienza comunitaria e nella mia formazione.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi