• martedì , 1 Dicembre 2020

EUROVALSA

Centinaia di persone. Migliaia di sogni, in un susseguirsi precipitoso di anni e di esperienze.

Centinaia di viaggi e di roboanti imprese.

Un unico grande obiettivo: la maturità data dall’affrontare i propri limiti.

Indagando lo scibile umano e mettendosi alla prova.

Ovunque, persino nei più lontani recessi del nostro mondo.

Lontano, molto lontano da casa.

Nell’esplorare mondi e culture completamente nuove, alla ricerca del proprio io.

E inseguendo questo desiderio negli ultimi 5 anni molti nostri ex allievi si sono imbarcati in avventure internazionali all’insegna della conoscenza. Per cimentarsi con diverse materie in lingue straniere per interesse personali o futuri sbocchi lavorativi.

DSC_4897

Nel piano europeo quindi Valsalice negli ultimi anni ha sovvertito le medie tradizionali, come possimo vedere grazie a questi grafici e a questo articolo che illustra la varietà dell’interesse valsalicense rispetto alla normalità.

grafici2-page-001-2

Tante donne, e tante mete di studio in università prestigiose. Dalla esperienza firmata U.K di Gian Lorenzo Saporiti di chiaro indirizzo economico, alle ore passate nell’ombra della Tour Eiffel a fare dissertazioni filosofiche nelle aule della Sorbona con Emanuele Ricci o sobbarcandosi in master in finance con Pietro Piglione.

11186334_10206293448762342_2024604637_n

I nostri professori, tra i quali la Prof.Laura Cara e il Prof. Giorgio Bruno non possono che testimoniare ulteriormente l’importanza di queste esperienze formative e educative. Sicuramente il livello di inglese nelle scuole italiane per permetterci questi viaggi-studio deve incrementare, come sottolinea la nostra Teacher. E la possibilità di passare un anno all’estero durante il periodo scolastico non deve essere una scelta di un momento, ma il frutto di riflessioni che presuppongono un rapporto di fiducia tra docente e allievo, secondo il Prof. Bruno.

DSC_0342

E in questo fuggire dalla amata patria, è significativo sapere cosa pensano gli studenti che vedono nell’Italia una ottima fonte di esperienze universitarie. Proprio per evidenziare un punto di vista capovolto rispetto ai soliti canoni abbiamo intervistato Kailun Zhang studente cinese del politecnico di Torino.

Centinaia di emozioni. Centinai di desideri.

Scritti e da scrivere nel sottile attimo che ci viene donato.

In paesi diversi. In paesi lontani.

In quei luoghi in cui tra le difficoltà di una novella lingua e le nuove tradizioni da scoprire, si delinea giorno dopo giorno il nostro futuro.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi