• domenica , 25 Ottobre 2020

Intramontabili Simspon

Dal 1989 ad oggi. Sono gialli, ed è impossibile non riconoscerli. Eccentrici, strani, iperattivi e unici. Sono così, i Simpson. Ventisette stagioni dalla nascita dei Simpson ad oggi che hanno scatenato successo, anche in Italia come negli USA, fin dal primo episodio. Diventando così, pane quotidiano per bambini e adolescenti, con la loro collocazione all’ora di pranzo. Matt Groening, ideatore della famiglia gialla, non immaginava un tale boom. Decise che la famiglia sarebbe stata di colore giallo, perchè con questa stranezza (non di certo l’unica), i Simpson sarebbero stati riconosciuti all’istante, da quando lo spettatore accende la tv.

Homer Strangola Bart

Sono bizzarri i Simpson; forse è proprio questo che spinge il pubblico ad amarli. Non c’è personaggio che spicchi più di un altro, i componenti della famiglia della cittadina di Springfield sono tutti imperfettamente originali.

Il capofamiglia è Homer Simpson. Nel corso dei suoi anni ha cambiato più di 100 lavori, ma il suo posto di mangiatore di donuts mentre si occupa della centrale nucleare di Springfield è quello prevalente. Ha perso un po’ di capelli dall’89, ma in compenso ha preso vari chili. Insieme a Marge, tipica mamma iperprotettiva e moralista, con gli esclusivi capelli blu, sempre all’insù, ha tre figli. Il primogenito è Bart, dalle infallibili abilità nel fare scherzi e ribellarsi a tutto e tutti. A volte, così tanto esuberante, da far perdere il senno ad Homer e farsi strozzare dal padre, una delle scene più famose e ricorrenti della famiglia Simpson. La seconda donna di casa è Lisa, ragazza intelligentissima e furba. E’ più piccola di Bart, ma il fratello ha sempre ammesso la sua maggiore intelligenza in tutte le discipline. E poi c’è Maggie, la cui abilità principale è ciucciare il suo ciuccio rosso, intervenendo così, nei discorsi familiari.

simpson-ultimo-episodio-2-770x552

 Ma le cose a Springfield stanno per cambiare. In una recente intervista all’autore della famiglia più famosa dei cartoni animati, Groening ha affermato delle rivelazioni che per i fan dei Simpson, sono apparse sconcertanti. Infatti, della 27esima stagione, ancora inedita in Italia e attualmente in programmazione negli USA, sono tanti i colpi di scena riguardante la sitcom animata. Nessuno spoiler su come e quando. Sappiamo solo per mano di chi. Ma la rivelazione choc annuncia che Bart Simpson morirà. Un annuncio che ha portato non poche domande, non poche polemiche. Come potrebbe mai morire il protagonista dell’intramontabile famiglia gialla? Perché si chiedono tutti. Matt Groening non aggiunge altro, sappiamo solo che colui che porterà fine alla vita di Bart è il suo arcinemico Telespalla Bob, che nel corso delle stagioni della sitcom, ha tentato più e più volte di ammazzare la famiglia Simpson, in particolare proprio Bart. Sempre fallendo, pare che stavolta, il telespalla di Krusty il Clown, idolo indiscusso di Bart, riesca ad uccidere il ragazzo. Ma secondo gli americani, non c’è da temere: il piccolo uomo di casa Simpson, mancherà per una sola puntata, continuando poi così a vivere la sua quotidianità nella sua scuola elementare di Springfield.

index

Pare che anche fra la coppia Homer-Marge nascano i problemi, forse un divorzio. Si spera anch’esso sia momentaneo.

Ma i colpi di scena non sono terminati. Per i fan dei Simpson, occorrerà mantenere la calma. L’autore Groening ha annunciato la fine dei Simpson, con i suoi 625 episodi, con le prossime due stagioni conclusive. Certamente non sarà la vera fine dei Simpson. La sitcom infatti continuerà ad essere trasmessa anche dopo il 2017, anno previsto per l’uscita in Italia della stagione finale. Potremmo ancora godere della compagnia della famiglia Simspon, scatenatrice di passioni e merchandising in tutto il mondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi