• mercoledì , 28 Ottobre 2020

Il ritorno di Quirico in Siria

Dopo il rapimento di Quirico l’8 settembre 2013 il giornalista de La Stampa è tornato in Siria

Ci sono luoghi in cui l’uomo non è altro che ciò che porta dentro di sé. Aleppo è uno di questi. I cannoni e le radio annunciano le battaglie ma la guerra può camuffarsi, come ad esempio nella città vecchia, come una grande ondata di quiete. In questa quiete si può sentire anche il senso di sospensione della vita; anche il più piccolo accenno di rumore sembra aprire uno squarcio nel silenzio.

SIRIA_-_situazione_aleppo

 

La città in cui Quirico è arrivato è controllata dall’esercito siriano. In questo piccolo tratto viene da pensare alla pace infatti questi quartieri essendo rimasti fedeli al regime hanno negozi intatti e eleganti caffè, il traffico è composto da piccole automobili e bus.

 aleppo-siria

La città vecchia è stata bombardata ma le mura esterne restano in piedi in modo da presentare da lontano una parvenza di vita. Mentre da vicino se ne percorri le vie, la ciità appare come un cadavere sventrato. Le antiche dimore in stile turco-damasceno con le verande di legno da cui le donne spiavano la vita della strada ora hanno in vista i piani come per la scenografia di una farsa. I segni dei legami famigliari scoloriscono dalle pareti o sono a terra tra calcinacci e rifiuti. Ogni spigolo è stata una battaglia: la città vecchia è distrutta ma non umiliata.

 0814aleppo01

A Quirico resta ancora un luogo da visitare, come pellegrino: la chiesa di santa Matilde e il convento dei salesiani. Qui egli trova l’ unica porta aperta e gli riempie il cuore trovare qualcosa che non è protetto, sbarrato. C’è il giovane prete che il Papa ha abbracciato come simbolo dei cristiani di Siria e del loro quotidiano sacrificio, e altri due padri, un siriano e un italiano che sono qui da 40 anni. Qui si parla di Dio e di martirio, la politica di questi padri e il credo nel Padre Nostro.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi