• venerdì , 23 Ottobre 2020

Il futuro della lettura

Spesso, quando si finisce un libro, aumenta il desiderio di sapere come finisce la storia. Lo stesso si può dire delle serie televisive, che sono diventate le nuove letterature; non a caso molti libri si ispirano alle serie televisive, come in “Città in Fiamme”.

Futuro Lettura

Infatti, a causa della digitalizzazione, c’è stato un enorme cambiamento del mercato editoriale: l’editoria sta riscoprendo la serialità, ovvero il “racconto a puntate”.

Già nel ‘800 nel mondo letterario si incominciava a parlare di serialità; non a caso autori come Dickens e Hemingway scrivevano un capitolo alla settimana con all’inizio un piccolo sunto di quanto successo nei libri precedenti. Questo invogliava chi leggeva a comprare tutti i libri.

Per scrivere regolarmente un capitolo non bisogna mai essere a corto di idee; per questo c’è bisogno dell’editing, una revisione del racconto da altre persone.

Oltre ai social network, strumenti come la suspence aiutano a mantenere un rapporto costante tra l’autore e il lettore. Grazie a questa relazione, mediante i feed-back, il lettore può aiutare il compositore a migliorare la storia. Oltre a ciò lo scrittore vede i costi diminuire e ha una grande libertà sulla grandezza dei contenuti. In aggiunta, i testi, contenuti in files, diventano più agevoli nella rilettura e più comodi nello scriverli.

Un altro protagonista che aiuta a mantenere costante questo legame è la sottotrama, trama che accompagna il lettore durante tutte le puntate.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi