• martedì , 28 Settembre 2021

La costruzione di un bel futuro

Quest’anno il gruppo di studenti di quarta di Valsalice del gruppo Europa, tra cui gli alunni Febbraro, Barilla, Anfossi, Vaccarella, Porro, Freddo, Cauchi Elisabeth, Cauchi Lawrence, Clara, Lauro, Garzellino, Marcellino, Venturini e Vailati, seguiti dalla prof.ssa Scaranari e dal prof. Oni, sono stati premiati dal consiglio regionale per aver aderito al progetto “starway to future” 

E’ stato riconosciuto il lavoro svolto principalmente grazie al viaggio a Strasburgo e al discorso esposto agli alunni delle medie del progetto stesso.

E’ spiccata, nella presentazione dell’ambasciatore rappresentante della scuola Lorenzo Marcellino e della prof.ssa Scaranari, l’idea che sia molto importante, specialmente per gli studenti appena maggiorenni, sapere il modo in cui si debba votare.

Sono state inoltre premiate diverse scuole piemontesi da Ivrea, Ciriè, Monferrato, Alba, Cuneo e Novara, che hanno proposto dei video riguardo l’idea di diventare veri e propri cittadini europei, consapevoli dell’immensa rete di persone di cui ciascuno di noi fa parte. E’ risaltata la concezione di alimentazione e sport come aspetto sociale molto rilevante in quanto elemento comune della società.

L’istituto Doria di Ciriè ha presentato il progetto ‘’spendo e non spando’’ con attinenza alla contraffazione, alle marche attuali e all’importanza dei prodotti regionali che, per collegarsi alla seconda parte delle premiazioni, è stato portato su un’onda di importanti considerazioni sul valore del denaro.

Una scrupolosa analisi è stata poi condotta da diversi licei e istituti sulla cultura della legalità e dell’uso responsabile del soldo.

Andando alla ricerca di luoghi comuni in cui trovare le prove fisiche e i sentimenti umani di coloro che hanno vissuto in prima persona problemi di ludopatia, sono stati realizzati dei video da parte di studenti interessati a far fronte al gioco d’azzardo e al fatto che questo continui a corrodere la società.

Infine, è stato invitato il generale Giuseppe Gromi, il comandante generale della guardia di finanza, il quale ha sottolineato i termini sociologici e psicologici dell’importanza dello scontro con il gioco illegale che, come ha evidenziato, finanzia la criminalità organizzata.

E’ stato ribadito quanto sia importante trattare queste tematiche partendo dal basso, contaminando la vita di consapevolezze di fatti tanto crudi quanto tristemente concreti.

Ha concluso la conferenza il Presidente del Consiglio Regionale pronunciando le seguenti parole:

C’è da giocare non con i soldi, ma con i sogni e con le speranze.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi