• mercoledì , 28 Ottobre 2020

Morire di alcool

di Umberto Matarozzo

Sono all’ordine del giorno notizie che trattano di incidenti stradali. I motivi che causano questi incidenti sono vari, ma uno in particolare sta salendo in vetta alle statistiche: lo stato di ebrezza.

La guida sotto effetto di alcol o stupefacenti è un problema che da tempo affligge la società. In Italia gli incidenti sono molto frequenti, e, purtroppo, ancora in aumento. Coloro che guidano pur non essendo in condizione di farlo mettono a repentaglio la propria vita, ma anche quella degli altri. Per questo motivo questo problema riguarda tutti noi.

La causa di queste tragedie è sicuramente la superficialità e la poca coscienziosità degli automobilisti (ahimè, spesso molto giovani), ma anche la “moda del bere” e dei superalcolici, che come un’onda travolge le nuove generazioni (parecchie volte si parla anche di ragazzi giovanissimi).

Era stato stabilito un obiettivo dall’UE, cioè quello di non superare le 2000 vittime annue di incidenti stradali entro il 2020, ma gli ultimi dati indicano un trend superiore ai 3000 morti, perciò l’obiettivo non sarà sicuramente centrato dal nostro paese.

La politica sta cercando di fare dei passi avanti per quanto concerne questo tema sensibile. Infatti dal 2016 il “diritto penale italiano” prevede il reato di omicidio stradale al quale è legata una pena di reclusione dai 2 ai 18 anni.

Si sta pensando inoltre di stabilire una collaborazione tra medici di base o istituti sanitari e le forze dell’ordine, in modo tale da segnalare a quest’ultime i soggetti che fanno uso di alcol o droghe. Insomma, esistono vari tentativi di diminuire al minimo le morti su strada.

Tra qualche anno, probabilmente, anche la tecnologia giungerà in nostro aiuto. Infatti si stanno studiando vari dispositivi da installare all’interno delle nuove vetture, come ad esempio particolari telecamere, che saranno in grado di verificare lo stato psico-fisico del conducente, attraverso l’osservazione dell’occhio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi