• giovedì , 29 Ottobre 2020

Dante, il poeta dell’Amore

Durante la celebrazione del Dantedì noi ragazzi della Seconda Classico A siamo stati chiamati a scegliere la nostra parola dantesca. Insomma: cos’è Dante per noi, detto in breve. Scelta la parola avremmo dovuto consultare la sua voce nell’Enciclopedia dantesca Treccani, ed in seguito presentarla alla classe. Io ho scelto “Amore”. Non voglio annoiare nessuno ripetendo l’interminabile lemma trovato sull’enciclopedia: effettivamente Dante utilizza molto spesso questo termine e la Treccani riporta tutte le volte in cui esso è adoperato: si, proprio tutte. Sarebbe inutile, e anche riduttivo del grandissimo lavoro di ricerca e commento fatto dai curatori della pagina. Perciò mi limiterò a spiegare perchè sono stato mosso a tale scelta.

Illustration For Paradiso By Dante Alighieri Canto Xxxi Lines 1 To ...

Semplice: Dante mi ha fatto capire che è tutto qui, nell’Amore. Non all’amore giovanile, non all’amore stilnovistico, né all’amore  carnale, ma all’amore stesso, alla sua essenza, mi riferisco. Non parlo quindi di Paolo e Francesca del Canto V, il famosissimo Trittico d’amore: bensì intendo l’ultimo amore, il grande amore finale, la chiusura stessa del poema: che, come l’ultima rosa in un campo di fine estate, lascia il lettore col fiato sospeso tra la meraviglia estatica e la scontentezza d’esser giunto al termine. “Amor che move il sole e l’altre stelle”, così finisce il viaggio di Dante: con l’immaginazione che cede alla grandezza dell’ineffabilità di Dio stesso, ma con il desiderio e la volontà saziate ormai dall’Amore, che muove il cielo trapuntato di astri.

Paradiso - Canto trentatreesimo - Wikipedia

Io vedo il poema dantesco come un viaggio, che si articola sulle terzine, nelle cantiche, e sulla complessiva riflessione intorno alla vita, che un uomo di mezza età scrive con chiaroveggenza non seconda ad Omero. Dante inserisce nel poema i suoi fantasmi, il suo labirinto personale, tentando con la poesia di scioglierlo finalmente, di scioglierlo per fortuna. La selva rappresenta il suo peccato, il suo dilemma interiore, la rabbia coltivata negli anni: il viaggio è foriero di scoperta, di riflessione, di soluzione, un groviglio alla volta, fino alla chiave per la liberazione finale, la salvezza umana incastonata nel sovrumano.

Gustave Doré, Dante e Beatrice nel Paradiso | Posterlounge.it

Dante rischiava di perdersi definitivamente nella selva, e lo ammette: ma trova una strada più grande nel viaggio ultraterreno: l’Amore. L’amore è la vera guida nella “retta via”: l’amore per la poesia, incarnato in Virgilio; l’amore per la donna, figurato in Beatrice; l’amore per Dio, rappresentato da San Bernardo. Senza questi accompagnatori il poeta non sarebbe mai giunto davanti al volto stesso di Dio, in cui vede l’umanità in esso scritta: “dentro da sé, del suo colore stesso, /mi parve pinta de la nostra effige:/per che ‘l mio viso in lei tutto era messo”.

“La nostra effige” è l’immagine umana, inscritta in Dio: idea stessa d’amore e amante supremo. Ecco la risposta alla selva! Non è un caso che “Amor” sia l’ultimo verso: è il cerchio che si chiude, il groviglio sgarbugliato, il labirinto completato. Proprio come fa Goethe, che termina il Faust con il misterioso Coro Mistico  dicendo “Ci trae, superno verso l’Empireo, il Femineo eterno”. L’amore redime e salvifica, ci porta con sé verso una nuova speranza. Dante chiude il suo poema dicendo che l’amore conduce a Dio stesso: questo ho imparato dal divin Poeta, dal suo endecasillabo, dalla bellezza della sua rima, dai quadri pittoreschi e terrificanti infernali, dall’elegia purgatoriale, dalla sublime narrazione paradisiaca.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi