• venerdì , 30 Ottobre 2020

This is the story of…5 scientifico B

ENRICO ANFOSSI (Anfo, Enri, Lo Zio, L.Z.)

Pertica della classe, grazie a giochi di parole e complimenti al momento giusto è riuscito a conquistare la simpatia di Cornelia e qualche merenda gratis. Futuro medico, attenti a non avere problemi di salute poiché potreste ritrovarvelo in sala operatoria. In spogliatoio prima delle ore di Educazione Fisica si trasforma in un capo-ultras e si contraddistingue per i suoi cori particolari. Durante le lezioni se per caso sentiste urlare la frase “su le mani” non date inizio alle danze, è solo il prof. Borrione che cerca di capire cosa stia facendo sotto il banco.

PASQUALE BARILLA’ (Pasqui, Angelo)

La puntualità non lo riguarda. Con l’arrivo della patente ha trovato un rimedio al problema trasformando la tratta Chieri-Valsalice, con un’unica fermata a Pino Torinese, in una pista di Formula 1. Se sali nella sua macchina devi sperare di non morire. Che sia colpa di una cimice o della sua guida non sta a noi deciderlo. In caso di discussione è sempre in prima linea pronto a difendere con la vita le sue opinioni; non ha paura di niente e di nessuno, nulla lo tange. Se esiste la reincarnazione, la sua anima precedentemente abitava in un ghiro: la sua irrefrenabile voglia di dormire lo porta infatti a scambiare il banco per un letto ogni ora.

GIULIA BARONE (Giuli, Fuki, Giulsss)

Se non sapete qualcosa su qualche ATTORE non potete far altro che chiedere a lei, stalker per eccellenza e fedele cliente di Netflix passa le sue giornate tra libri e serie tv… Odia andare in discoteca ma la prima cosa che fa appena entra in spogliatoio è trasformarsi in una sfrenata cantante. 

PS Fate attenzione se ha un ragno vicino, scappate prima che pianti un urlo, vi può rompere i timpani, qualcuno lo sa bene…

FRANCESCO BOSCOLO (Fra, Franco, Bosco)

Grande testa per la matematica e la fisica, non ha rivali quando si tratta di fare qualche tiro a basket. Se lo vedete alterato non avvicinatevi a meno che non vogliate vedere reazioni degne di una parentela veneta.

VIRGINIA SOFIA CAIRE (Virgi, mamma Chioccia, Nina, Vi)

La mamma Chioccia della classe. Spacciatrice di frutta e verdura a qualunque ora, rigorosamente appuntamento fisso ad ogni intervallo con la sua mela. La giornata incomincia col piede giusto intorno a metà mattinata… Se una borsa in faccia non vuoi rischiare, mi raccomando il saluto lascialo stare. Le piace avere una vita frenetica e tra la scuola e il violino non manca mai un appuntamento romantico con il fidanzatino.

EDOARDO CAPO (Edo, Capo)

Lo storico della classe, pozzo di conoscenza ma solo in ambito umanistico, per le materie scientifiche meglio chiedere a qualcun altro, forse ha sbagliato indirizzo…Durante le interrogazioni trasmette ansia solo a guardarlo.

ELIZABETH CAUCHI INGLOTT (Eli)

Apparentemente silenziosa, ma i suoi commenti sono degni di un vero diavoletto, compagna di Dux per andare in bagno. Quando tira fuori la merendina alla seconda ora è capace di ingannarti e farti pensare che sia già l’intervallo lungo.

FILIPPO COMBA (Fil, Pippo, Fabio, Pippo Filippo)

Se all’entrata di scuola vedete dei segni di pneumatici sull’asfalto state tranquilli, non c’è stato nessun incidente. E’ solo Pippo che cerca di imitare Schumacher. Intrattenitore della classe, da anni tenta di sorprendere compagni e professori chiudendosi nell’armadio in cerca del passaggio per Narnia. Organizzatore incallito, riesce sempre a convincere tutti a fare serata anche durante la settimana. Non eccellente nella lingua inglese è riuscito comunque a ottenere il First lasciando tutti talmente basiti che alla prof.ssa Cara sorsero dubbi di corruzione.

FILIPPO D’ONOFRIO (Dono, Donfi)

Rappresentante modello, ma a causa della sua ancora sconosciuta fama non venne eletto durante il primo anno. È diventato l’incubo non solo di Picco ma anche del Direttore, appena lo vedono avvicinarsi sanno già che ha qualcosa di cui lamentarsi. Interpellato da tutti i professori per le sue capacità tecniche, il Poli è già lì che lo aspetta!

ALESSANDRA DUCCI (Ale, Dux, Ale Dux, Sandra)

La campanella per lei non esiste, passa gli intervalli in bagno utilizzando la scusa “C’era la coda…”. Non potrebbe iniziare la sua giornata senza stretching e biciclettata. Ad ogni festa è sempre al centro della pista, non mettete reggaeton perchè potrebbe iniziare a twerkare in pubblico in qualunque luogo sia. Una frequentatrice del mondo delle nuvole, con le sue domande strane o già ripetute strappa sempre una risata o un rimprovero. Ammirata da tutte le compagne per la capacità di vincere ogni dibattito, ma soprattutto per la freddezza con cui chiude chiunque, quasi pronunciasse una formula matematica.

ALESSIA FEBBRARO (Ale)

Attenzione a chiamarla con il suo nome completo, rischiereste di finire in ospedale. Se è inverno e la stai cercando basta guardare nella direzione del termosifone, con 30 gradi avrà ancora il suo maglioncino. Tra le prime ad essere diventata patentata, consiglio vivamente ai ciclisti di non passare nel raggio d’azione della sua Cinquecento, sentirete non pochi insulti!

ALESSANDRO FREDDO (Friz, KS, per la Cara Ferro)

Si è aggiunto alla classe solo in terza, inizialmente le sue frequentazioni più assidue durante gli intervalli erano cuffiette e davanzale ma presto divenne parte integrante dell’anima della classe. Riconosciuto a livello mondiale per le sue abilità nei videogiochi, l’unico modo per fermare questa sua passione è l’intervento del prof. Borrione con la frase: “Mettiamo via questi televisori”. Ormai raggiunta la maggiore età, da quasi un anno il suo obbiettivo principale è la conquista della patente che non è ancora pervenuta dopo svariati tentativi.

UMBERTO LAVATELLI (Umbi, Jumba, Losco, Lava)

Fin dal primo giorno di Liceo nessuno mai ha intravisto la sua fronte, sempre coperta dalla sua folta chioma. La fame per il business è intrinseca nel suo DNA, in perenne ricerca di nuovi metodi di guadagno. Iniziò con l’organizzazione di eventi e adesso non si sa bene in cosa sia immischiato: l’unica cosa certa è che continua a fatturare. Il suo amore per lo sport si riflette nelle ore di educazione fisica di Di Ciaula che, dopo tre mesi di giustifiche, lo obbligò a fare la collinare sotto la neve. Ne riporta ancora i segni.

GIORGIO MAROCCO (Gio, Maro)

Gio è il musicista della classe: suonatore di diversi strumenti, ha sempre l’orecchio pronto ad ascoltare una nuova canzone. A causa delle sue inconfondibili risate è diventato la mascotte della classe, facendo storcere il naso a non pochi professori. Quando lo vedi troppo silenzioso o che se ne sta in disparte, bisogna lasciarlo stare fino al giorno successivo a meno che tu non voglia finire all’ospedale.

FRANCESCA PALMERI (Fra, Cesca, Franci, Francina, Palmi)

Se non avete un prototipo di ragazza perfetta ve la presento io: occhi azzurri, capelli biondi, fisico perfetto e anche molto intelligente… avere tra le mani i suoi appunti equivale ad avere oro colato, riesce a rendere semplici anche i concetti più complicati. Non datele però in mano un bicchiere perchè la serata potrebbe concludersi non nel migliore dei modi.

LORENZA PORRO (Lolla, Lolli, Lollina)

È l’artista della classe, sfruttata per le sue capacità dal prof. Melchionda. Palestrata fallita, la sua attività fisica si riduce ad un’ora di gossip. In situazioni disperate la sua capacità di riassumere e schematizzare ha salvato in più occasioni diversi componenti della classe. Quando si accende un dibattito è sempre pronta con commenti pungenti a far rispettare ciò che pensa. Intermediaria della classe, quando c’è da farsi due risate lei non manca mai.

NICOLO’ QUAGLINO (Quagli, Quix)

Il genio della classe sia di Mate che di Fisica, riesce a rispondere alle domande anche mentre dorme, le sue abilità vengono meno nelle lingue.L’ingresso alla Bocconi ormai è assicurato. Passa i suoi pomeriggi al chiosco, alternando partite a briscola con pause siga.

SIMONE ROSSETTO

Sempre allegro e con la battuta pronta, il suo senso dell’umorismo non proprio family friendly non cessa mai di stupire. Prende alla lettera il detto “mens sana in corpore sano” anche se le sue performance in matematica suggeriscono che ultimamente il “corpore sano” abbia avuto la meglio. Leggende narrano che sia capace di parlare anche con i muri, arte che ha perfezionato nel corso della sua permanenza a Valsalice.

MARTINA TACCONIS (Tina, Tina Tac, Tyna, Tilla)

La filosofa della classe, appena viene trattato un argomento un po’ più psicologico eccola che entra subito in azione, non mancano mai i suoi interventi da femminista…

Organizzatrice seriale di sleepover e mangiatrice di dolci. Durante gli intervalli guardatevi le spalle perché la vostra merendina potrebbe sparire.

FRANCESCO TORTA (Fra, Fra Torta)

Se volete fare un viaggio in barca, lui è l’uomo che fa per voi. Spirito diligente, abile studente, pur di non ritrovarsi per l’ennesima volta a dover combattere contro la Matematica ha deciso di rifugiarsi in Canada per un anno. Dall’ animo docile e generoso, non fatelo arrabbiare, altrimenti sono guai

ANNA VACCARELLA (Annina)

Avete bisogno di consigli sul calcio? Non esitate a chiederle, è l’unica ragazza che sa cos’è il fuorigioco. Appuntamento fisso allo stadio ogni mese e durante le partite non disturbatela perchè altrimenti potrebbe finire male. Impossibile non capire di che squadra sia, ha tutto rigorosamente bianco e nero. Non cercatela al sabato perchè è dal fisioterapista e non solo per il ginocchio…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi