• venerdì , 30 Ottobre 2020

Koulibaly con la testa in Premier, Kulusevski a Torino: chi deciderà la giornata?

Domenica 26 luglio, quasi lunedi 27, la Juventus si è laureata Campione d’Italia per la Nona volta consecutiva e la trentaseiesima della sua storia, in una data e un orario in cui mai è stato assegnato uno scudetto.

Adesso I bianconeri affronteranno le ultime due gare di campionato con più leggerezza ed un occhio alla Champions, ma altri si giocano ancora molto in queste ultime partite, come una posizione o un obbiettivo stagionale. I giochi potrebbero chiudersi già in questa giornata, lasciando le ultime dieci sfide al divertimento, ai secondi portieri e ai record da inseguire.

Ecco allora i giocatori che possono fare la differenza in questa trentasettesima di A, salvando i compagni o segnando un gol che, in questo momento, può valere una stagione.

Il primo calciatore di cui andiamo a parlare è uno che quest’anno ha già inciso moltissimo, tanto da attirare le attenzioni di grandi squadre e da essere acquistato dai Campioni d’Italia: Dejan Kulusevski.

Lo svedese, che con la maglia del Parma in questo campionato ha già trovato nove gol e altrettanti assist, passerà a Settembre alla Juventus, che quest’inverno ha sborsato 35 milioni per strapparlo all’Atalanta, allora in possesso del suo cartellino.

Il classe 2000, migliore in campo nella gara di Brescia, punta la doppia cifra, e caso vuole che i Ducali ospiti o martedì al Tardini proprio i nerazzurri di Gasperini.

Kulusevski mentre si appresta ad effettuare le visite mediche per passare in bianconero

Poco dopo aver conosciuto il risultato della sfida di Parma, a San Siro assisteremo ad un grande classico del nostro calcio: Inter-Napoli.

I partenopei non hanno apparentemente più nulla da chiedere a questo campionato (dato che, con la vittoria della Coppa Italia, hanno ottenuto il pass per i gironi di Europa League), ma l’Inter vuole tenere il secondo posto, e questo match può essere decisivo per raggiungere questo obbiettivo siccome la prossima si gioca a Bergamo.

I nerazzurri punteranno su un attacco che, a parte che con la Fiorentina, in questo post-lockdown non ha mai deluso. Chi tenterà di fermare gli assalti dei padroni di casa è Kalidou Kulibaly, tornato finalmente ad alti livelli.

Il senegalese non dovrà solo far fronte ad un Lukaku in forma smagliante (23 gol in campionato di cui due nell’ultima), ma anche alle sirene inglesi che potrebbero deconcentrarlo.

Chi nella scorsa giornata non sembrava aver problemi a superare Koulibaly è il Sassuolo, che ha avuto decisamente più problemi con il guardalinee.

I neroverdi, con il sesto miglior attacco del nostro campionato, proveranno a dare spettacolo anche nella prossima giornata, quando ospiteranno in Emilia il Genoa, che se trovasse i tre punti condannerebbe il Lecce alla B.

Se vogliono salvarsi con una gara di anticipo, i Liguri dovranno sperare dunque nel miglior Perin, che da quando è tornato ha fatto veramente vedere grandi cose. Chissà se il portiere di proprietà della Juve riuscirà a riscattarsi dai tre gol subiti dall’intera e a regalare ai suoi la permanenza senza dover guardare Udinese-Lecce.

Se con queste due partite si potrebbe chiudere definitivamente (o riaprire clamorosamente) il discorso retrocessione, l’altra faccenda ancora in ballo è quella riguardante l’Europa League, o meglio: la qualificazione per i gironi di Europa League.

Sì perché tra Roma e Milan (quattro punti di distanza) una sarà costretta ad affrontare i playoff, e i giallorossi vogliono chiudere preventivamente la cosa portando a casa tre punti dalla sfida di Torino.

Dall’altra parte i granata vengono da un preziosissimo pareggio a Ferrara che vuol dire salvezza e che gli ha liberato finalmente la testa. Da sottolineare la prestazione di Simone Verdi, che con il destro ha trovato il palo e con il sinistro una perla sotto al sette.

L’ex Napoli e Bologna sembra essersi ripreso da una prima parte di stagione deludente, e quest’estate è stato l’uomo in più per la formazione di Longo. Fonseca e i suoi dovranno prestare una particolare attenzione ai suoi piedi, entrambi delicatissimi.

Verdi in nazionale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi