• sabato , 19 Settembre 2020

Record su record a Napoli e Tango a Bergamo: finisce la Serie A.

Se pensavamo che i giochi si potessero chiudere con una giornata di anticipo ci sbagliavamo di grosso. Sebbene la Roma abbia consolidato il quinto posto imponendosi a Torino, sono infatti ancora molti gli spunti di interesse di questa trentottesima di Serie A.

Le ultime dieci partite di questo pazzo e atipico campionato ci diranno infatti chi scenderà in B con Spal e Brescia, chi si qualificherà in Champions senza dover tifare contro Roma e Napoli nelle coppe, e con quanti gol Immobile chiuderà la sua pazzesca annata.

Sì perché nella penultima di Serie A si è clamorosamente riaperta la corsa salvezza, con una rimonta da film del Lecce e un tonfo del Genoa in Emilia. Perché Atalanta, Inter e Lazio hanno vinto, e adesso ci prepariamo ad assistere ad una sfida nerazzurra incandescente a Bergamo.

La corsa all’Europa League sarà anche già decisa, lo scudetto già assegnato, ma queste ultime gare saranno sicuramente bellissime e decisive per stabilire le ultime posizioni e capire cosa aspettarci da alcune squadre nelle prossime settimane.

Ecco allora i giocatori da tenere d’occhio anche in questa trentottesima, e ultima, giornata di Serie A

La prima sfida che andiamo a citare non può che essere quella che vedrà i nerazzurri di Gasperini ospitare i nerazzurri di Conte per quello che si appresta ad essere un Derby lombardo decisamente più intrigante del solito. A meno che la gara non finisca in pareggio, la squadra che al termine dei 90 minuti risulterà vincitrice potrà festeggiare il secondo posto, mentre l’altra dovrà sperare in una sconfitta biancoceleste a Napoli per consolidare la qualificazione alla prossima Champions.

In questo scoppiettante match che ricorda un tango, non potevamo che scegliere due argentini come giocatori da tenere d’occhio. Due che non sono i migliori marcatori delle rispettive squadre, ma che ultimamente stanno trascinando i loro con grandi giocate e, soprattutto, eurogol.

Ovviamente stiamo parlando del Papu Gomez, capitano dell’Atalanta e secondo miglior assist man del nostro campionato, e Lautaro Martinez, che con i suoi 22 anni fa sognare mezza Europa. Entrambi hanno siglato nell’ultima giornata dei gol pazzeschi che hanno permesso ai loro di raddoppiare il punteggio, ed entrambi non vogliono fare altro che ripetersi questo Sabato.

Due percorsi speculari: uno si è perso con lo stop e l’altro si è ritrovato, uno è giovanissimo e l’altro è over 30, ma entrambi regalano grande calcio alla nostra amata Serie A

Se il secondo posto si decide a Bergamo, la salvezza si divide tra Genova e Lecce, più di mille chilometri e solo un punto di distanza.

La rimonta sull’Udinese ha infatti fatto sperare i Pugliesi, che domenica ospiteranno, senza i loro due migliori marcatori stagionali, un Parma che fa sicuramente paura. Dall’altra parte un Hellas Verona non meno spaventoso proverà ad imporsi in Liguria, dove al Genoa servono i tre punti per la permanenza.

Il Lecce, con la probabile assenza dell’infortunato capitan Mancosu (in caso contrario tenere gli occhi ben puntati su di lui, a quota 14 in campionato), si affiderà al talento di Pippo Falco, che con le sue giocate fa gola a diverse squadre di A. Per il Genoa sarà invece fondamentale l’aiuto del miglior Pandev, l’unico a salvarsi dalla gara di Sassuolo. Con i suoi 9 gol, l’ex Inter ha già salvato i suoi in diverse situazioni, e adesso tenterà di mettere la zampata finale su questa stagione.

Riuscirà il trentasettenne a condannare i giallorossi o sarà Falco, con uno dei suoi gol, a regalare al Lecce una salvezza stile ‘Crotone 2017’?

Se c’è chi Lecce-Parma la giocherebbe anche senza una gamba, a quanto dice il presidente dei giallorossi, sicuramente non è così per Juventus-Roma, dato che mister Sarri ha aperto alla possibilità di schierare in campo l’Under 23.

Che sia solo una provocazione alla Lega? Fatto sta che il calendario è indubbiamente fittissimo e alcuni giocatori bianconeri, che tra poco più di una settimana dovranno affrontare l’impegno della Champions, sono sembrati piuttosto scarichi nelle ultime gare.

Di giocatori interessanti ne è piena la primavera della Juve, come Zanimacchia e Muratore (già venduto all’Atalanta), che hanno fatto decisamente bene quando hanno avuto la possibilità di giocare nel campionato dei grandi. Questa scelta di formazione implicherebbe il rinuncio di CR7 alla ricerca spasmodica del gol a favore della squadra e della rincorsa alla coppa dalle grandi orecchie.

In ogni caso consigliamo di tenere un occhio puntato sulla sfida dello Stadium e sull’11 bianconero, perché tra le fila dell’Under 23 si potrebbe nascondere qualche talento veramente interessante (vedi Moise Kean).

Pensavate che ci fossimo dimenticati di lui? Nemmeno per sogno.

La trentottesima giornata è interamente dedicata a Ciro Immobile, e non può che essere lui l’ultimo uomo di questa rubrica. Il campano è a quota 35 gol in campionato, e Sabato cercherà la rete nella sua Napoli dove, appena quattro anni fa, Gonzalo Higuain aveva segnato il suo trentaquattresimo, trentacinquesimo e, in rovesciata, trentaseiesimo gol.

Grazie alla rete contro il Brescia, il centravanti della Lazio è già, a parimerito con Nordahl, il secondo miglior marcatore di un singolo campionato di A, e il migliore italiano, ma con solo una doppietta il 17 distruggerebbe il record del Pipita, ponendosi al primo posto.

Certo è stato un campionato anomalo, con molti gol e troppi rigori, ma quel che conta, e soprattutto quel che resta, sono i numeri, e Ciro punta il 37, nello stadio in cui poche stagioni fa Higuain aveva fatto 36. “Nessuno come lui” dicevamo, chissà…

Ciro Immobile tra Gonzalo Higuain (36 gol in A nel 2016) e Gunnar Nordahl (35 nel 1950)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi