• domenica , 11 Aprile 2021

Libertà: realtà o utopia?

Il desiderio di libertà accomuna ogni essere umano, indipendentemente dalla propria etnia, religione, cultura, dai gusti personali e dalle proprie passioni.

Ma sappiamo che cosa significhi concretamente essere liberi, oppure si tratta di un concetto astratto a cui aspiriamo senza essere sicuri di ciò che vogliamo veramente?

Noi ragazzi della redazione ne abbiamo discusso e siamo giunti a riflessioni interessanti.

Innanzitutto, abbiamo capito che essere liberi implica sempre avere la possibilità di scegliere, sia in riferimento alla quotidianità sia per quanto riguarda il nostro futuro.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è la-liberta-1.jpg

Dopodichè, in base alle attitudini e al carattere che ci contraddistinguono, tutti sviluppiamo, nel corso della vita, una concezione soggettiva della parola “libertà”.

C’è chi la identifica nelle proprie passioni, nel potersi esprimere; chi nella frequentazione di determinate persone con cui ci sentiamo a nostro agio; chi la ricollega a determinati momenti, emozioni, luoghi; chi, infine, la ritiene un ideale a cui aspirare.

Ci siamo inoltre posti il problema dell’ambiente e della gente con cui siamo a contatto: può darsi che, in qualche modo, questi limitino la nostrà libertà?

Sicuramente, dal momento che siamo “obbligati” in continuazione a compiere azioni inevitabili (come studiare o andare a lavoro) si potrebbe pensare al nostro sistema come a qualcosa di negativo, che penalizza la libertà individuale.

Tuttavia, nessuno ci “impone” di avere un’istruzione o di cercare un lavoro.

Si è liberi di compiere le proprie scelte, ma, quando si arriva a nuocere sè stessi o gli altri, è giusto che le nostre azioni producano delle conseguenze e che, nelle circostanze peggiori, si venga momentaneamente privati della libertà.

È anche vero che, in alcuni contesti, ci si autolimita o si è limitati dall’ambiente che ci circonda e pertanto ci si ritrova a non voler esprimere i propri pensieri, o a non poterlo fare per paura delle conseguenze.

Abbiamo inoltre riflettuto sulla questione della collettività. Se da una parte è vero che ogni uomo è unico e può essere completamente sè stesso solo quando è da solo, dall’altra l’essere umano è un animale sociale, che ha bisogno di stare con gli altri, ed è fondamentale trovare delle persone con cui sentirsi sereni, senza preoccuparsi di barriere o impedimenti posti dalla società.

La libertà è un concetto complesso, bramato da tutti ma allo stesso tempo temuto, perchè, se identificato come una sorta di anarchia generale, potrebbe portare a risultati disastrosi.

Sicuramente nella volontà di essere liberi si cela un desiderio ancora più forte: realizzarsi come individui, conquistare la felicità.

La libertà può dunque essere vista come qualcosa di irraggiungibile oppure essere a portata di mano. Quel che è certo è che l’uomo non smetterà mai di cercarla.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi