• domenica , 4 Dicembre 2022

2021: tra ricordo e dolore

Si è concluso da poco il 2021, anno estremamente difficile per via della pandemia che ha colpito il mondo intero e condizionato in modo determinante  la vita di ognuno di noi . È stato un anno segnato anche dal dolore per la scomparsa di molti volti noti in  vari campi, dalla  politica alla musica, dalla cultura all’arte. 

Il 9 aprile ci ha lasciato il principe Filippo, principe consorte della Regina Elisabetta II. È stato sposato con la Regina per settantatré anni ed insieme hanno avuto quattro figli tra cui Carlo, probabile erede al trono di Inghilterra. Era Duca di Edimburgo, aveva novantanove anni ed era un reduce della seconda guerra mondiale. Veniva considerato la figura di maggior riferimento per la Regina, cui è sempre stato accanto con stile e discrezione senza mai offuscare la sua immagine. 

Filippo di Edimburgo

Il 27 maggio il mondo ha dato l’addio alla stella italiana della danza classica di fama mondiale: Carla Fracci. È morta ad ottantaquattro anni in seguito ad una grave malattia dopo un’intera vita passata sui palcoscenici più famosi di tutto il mondo. Carla ha iniziato a ballare la danza classica alla Scala di Milano a soli dieci anni e ha interpretato i maggiori ruoli nei teatri più importanti di tutto il mondo.

Carla Fracci

A novantadue anni è morto a Torino il 18 giugno Giampiero Boniperti, Presidente onorario della squadra di calcio Juventus, di cui è stato prima calciatore e poi stimato dirigente.

“Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”: questo era il suo motto e la sua dedica a chiunque indossasse la maglia bianconera, la stessa maglia che lui ha indossato per quattrocento sessantanove partite. Ha speso la sua vita per questa squadra, che ha sempre amato moltissimo, ricevendo in cambio stima e rispetto per il suo impegno sia come giocatore che come Presidente. Ancora oggi rimane una delle maggiori figure legate ai numerosi successi di questa società

Giampiero Boniperti

Un altro addio doloroso è stato quello dell’indimenticabile Raffaella Carrà, il 5 di luglio.

Regina della televisione italiana, attrice, conduttrice, cantante ed icona di stile, ha ottenuto successo anche nel resto del mondo. Alcune sue indimenticabili canzoni come “Rumore”, “Tanti Auguri” ed altre, rimangono scolpite nel panorama musicale. La cantante ci ha lasciato all’età di 78 anni e rimarrà un mito, un esempio di talento, professionalità e gentilezza.

Raffaella Carrà

Proprio verso la fine dell’anno , il 26 dicembre, è venuto a mancare un altro personaggio di fama internazionale, Desmond Tutu. E’ stato il primo arcivescovo anglicano nero del Sudafrica. È divenuto famoso negli anni 80’ per essere un forte oppositore dell’apartheid. La sua lotta contro il sistema di discriminazione razziale l’ha portato a ricevere nel 1984 il premio Nobel per la pace e ad essere ricordato per sempre, assieme a Nelson Mandela, come difensore della libertà e dei diritti umani in Sudafrica e nel resto del mondo. Alla sua morte è stato omaggiato dalla Regina Elisabetta II.

Desmond Tutu

Molte altre sono le celebrità che lo scorso hanno ci hanno addolorato con la loro scomparsa, basti pensare a Gino Strada, Milva, Colin Powell, Wilbur Smith, Charlie Watts, Jean-Paul Belmondo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi