• domenica , 27 Settembre 2020

2 classico AB – 4 scientifico A 5-5

[box] Un pareggio scoppiettante per il secondo match del Triennio

di Edoardo Marengo e Marco De Benedetti[/box]

Marcatori: 5’pt Anselmi(cl), 10’pt Mammola(cl), 15’pt Simeoni(sc), 5’st Viarengo(sc), 15’st Pischedda(cl), 22’st Mammola(cl), 23’st Verino(sc),24’st Anselmi(cl), 27’Marocco(sc), 31’st Verino(sc)

2 cl AB: Grappolo; Vallarino, Monaco, Terzolo; Mammola, Pischedda, Pieretti; Anselmi

4 sc A: Mazza; Iattoni, Verino, Redoglia; Marocco, Simeoni; Viarengo

Arbitro: Di Ciaula

Ammoniti: Pischedda

Espulsi: nessuno

 

Nessun prigioniero in un match dove le due squadre si sono battute fino all’ultimo senza esclusione di colpi, onorando col proprio sudore la storica rivalità classico-scientifico.

 

Sin dall’inizio i ritmi sono elevati, con la 4 A che, nonostante l’uomo in meno, sa mettere in difficoltà la difesa dei grecisti. Questi sono però capaci di resistere e di proporsi all’attacco con rapidi contropiede stile Achille piè veloce. Proprio da uno di questi nasce la prima rete: un gran tiro dalla distanza di Anselmi, che dà inizio al momentaneo dominio della sua squadra. Con un nuovo contropiede Mammola sigla poi il 2-0. Il tremendo uno due risveglia i pitagorici, che accorciano le distanze grazie a una zampata del capitano Simeoni.

 

Il primo tempo si chiude così sul 2 a 1, con un classico determinato e compatto e lo scientifico sempre vivo: l’aspra contesa si risolverà solo nel secondo tempo.

 La pausa permette infatti alla 4 A di elaborare nuove geometrie proibite alle menti classiche. La partita riprende vivace e il pareggio non si fa attendere. Ferito nell’onore,   il classico torna alla ribalta guidato dal suo capitano Pischedda, imponendo il 3-2.

Di qui in poi, gli animi si accendono definitivamente, dando vita ad un entusiasmante susseguirsi di razzie da ambo le parti, non senza vittime:  Mammola sfoggia una caparbietà degna del prode Leonida quando, trafitto Mazza per la doppietta personale, pur assalito da crampi feroci, torna nell’arena a sostegno dei fratelli. Difatti, nell’arco degli ultimissimi minuti assistiamo ad una vera e propria “bagarre” che ha gonfiato il risultato finale con ben 5 gol.

 

Proprio allo scadere la 4 A riesce a compiere l’impresa di recuperare 2 gol in una manciata di minuti, impartendo ai classicisti, pur trovandosi in inferiorità numerica, una sonora lezione di umiltà.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi