• lunedì , 21 Settembre 2020

La grande musica riparte all'Auditorium Rai

Anche quest’anno è stata la bacchetta del giovane direttore Juraj Valčua a dare il via alla stagione concertistica 2012-2013 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, sede fissa dell’O.S.N è dal 1994, anno in cui fu istituita, l’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” in piazza Rossaro, edificio che un tempo fu il Regio Ippodromo dei Savoia. La stagione sinfonica consiste in 24 concerti distribuiti da ottobre a maggio. I giorni delle esibizioni musicali sono il giovedì ed il venerdì e l’orario è sempre fisso alle 20:30.

Questa è ormai la terza stagione che l’ OSN ha l’onore di avere nelle vesti di Direttore principale il brillante maestro sloveno Juraj Valčua. Questo giovane direttore non può essere tuttavia definito un novellino, infatti all’età di solo 36 anni è già salito sui podi delle più prestigiose orchestre mondiali, come i Berliner Philarmonikere l’Accademia di Santa Cecilia, grazie ad una tecnica matura e un carattere deciso ed ambizioso.

il direttore principale dell’OSN, Juraj Valcua

Il pubblico che in questa stagione seguirà i concerti dell’OSN avrà il piacere di ascoltare la grande musica classica interpreta da un direttore del suo calibro alla guida di un’orchestra composta da musicisti di alto livello. Il concerto inaugurale si è tenuto il 12 ottobre (replicato il venerdì 13) all’insegna delle celebrazioni di un importante anniversario: i 200 anni della nascita di Richard Wagner (1813-1883), il grandissimo compositore romantico che rivoluzionò con una violenza musicale mai sperimentata il creare, l’eseguire e l’ascoltare la musica. La fama di Wagner si deve soprattutto alla sua produzione operistica e quest’anno, nonostante l’Auditorium Rai non sia un teatro d’opera, lo si vuole assolutamente ricordare.

 Infatti l’orchestra ha proposto due brani tratti da 2 opere di Wagner. Dal Parsifal: il Preludio e Incantesimo del venerdì santo e dal Die WalküreAddio di Wotan e Incantesimo del fuoco. Il secondo brano, uno struggente lamento d’addio di un padre alla figlia, consiste anche in una parte vocale solistica che è stata interpretata dal baritono James Rutherford. Non è assolutamente un ascolto facile questo, ma è un chiarissimo esempio dell’idea di musica di Wagner: un suono che supera le barriere del reale e va a toccare le corde più profonde dell’animo umano, destandolo attraverso un’armonia che è carica di sentimenti e passioni.

Richard Wagner (1813-1883)

Sempre all’insegna del romanticismo, è stato proposto nella seconda parte della serata del concerto inaugurale la prima sinfonia di Gustav Mahler (1860-1911). Soprannominata Titan, questa sinfonia è sviluppata in 4 movimenti e traduce realmente in musica la nascita, la vita e la gloriosa morte dell’eroe che combattendo soccombe al destino. L’incipit è straordinariamente suggestivo (con qualche riferimento a quello della 4° Sinfonia di Beethoven ) e trasmette chiaramente l’immagine del risveglio della natura. Nel secondo movimento Mahler descrive la vivacità della natura sbocciata attraverso temi di danza popolari e valzer. Dopo questo lirismo ostentato, è una marcia funebre a dominare il terzo movimento in cui il destino torna ad opprimere l’eroe. Il finale reca il titolo Dall’inferno al Paradiso. Mahler crea un’atmosfera agghiacciante che soffoca ogni barlume di speranza sprigionando tutta la violenza dell’orchestra. La morte dell’eroe si traduce però infine in un’apoteosi gloriosa, il compimento del destino tragico dell’eroe lo ha consacrato alla fama eterna e la carica positiva delle ultime note è così intensa da strappare un applauso anche al più ottuso degli ascoltatori.

Gustav Mahler (1860-1911)

Tutti i concerti della stagione 2012-2013 sono disponibili sul sito dell’OSN (www.osn.rai.it) oltre che tutte le informazioni sui biglietti e i costi. Ricordiamo solo che per gli under trenta è disponibile un abbonamento da minimo 6 concerti, al costo di 5 euro a biglietto, dando così la possibilità ai giovani di essere protagonisti della grande musica classica ad un prezzo molto contenuto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi