• domenica , 20 Settembre 2020

Pagelle 2B-1B

2B

la 3b porta a casa un’altra vittoria

Bergamasco 7 attento: non sbaglia quasi nulla. E’ in leggero ritardo sul pallone calciato da Massardo per il secondo gol, ma a parte questa piccola disattenzione la sua è una buona prestazione. Con lui alle spalle, la difesa si sente indubbiamente più sicura.

Marciano 6 1/2 concreto: il piccolo terzino della Seconda non si fida troppo a garantire un supporto alla squadra in fase offensiva, ma quando si tratta di fermare gli avversari è sempre presente, determinato e concreto. Alcuni svarioni difensivi, causati da poca attenzione nel marcare gli avversari, non possono comunque nascondere una buona prestazione.

Bolonotto 7 factotum: il difensore dei secondini si sacrifica più di tutti per la sua squadra, fa passare pochissimi palloni, sventa di testa le minacce aeree e, all’occorrenza, si trasforma in regista servendo ottimi palloni ai reparti più avanzati: segna persino un gol.

Gotta 6 tenace: per il giovane Gotta oggi non è una gran giornata, ma cerca di rimediare agli errori commessi e termina la sua gara in modo comunque sufficiente. Non aiuta i compagni sulla sua fascia, ma è determinato quando deve recuperare il pallone. Ci sono per lui enormi margini di miglioramento.

Gasco 6+ costante: i piedi certamente non lo aiutano, la tecnica è quella che è, ma sulla disponibilità per la squadra non si discute: garantisce al gruppo aiuti in difesa e stabilità a centrocampo. Riesce persino a segnare, a partita scaduta, con la difesa avversaria ormai quasi inesistente.

Corrado 6+ volenteroso: il piccolo esterno si dimostra ancora una volta capace di partite di sacrificio e contenimento, e aiuta molto il tandem offensivo Reggio-Cordero: il suo gol apre una serie di reti che segnano definitivamente il dominio sul campo della Seconda. Dopo un inizio non brillante, trova la forza di rialzarsi e coronare con il gol una buona prestazione. (st Gjonej 6 versatile: durante i suoi due minuti di gioco non si dà pace: corre ovunque per il campo alla ricerca del pallone).

Reggio 7 1/2 trascinatore: è il vero leader della squadra, l’uomo che sa guardare negli animi dei suoi giocatori, capirne i problemi e comportarsi di conseguenza: sono praticamente tutti suoi gli assist per i compagni, tra cui quello magnifico, da centrocampo, per il gol di Corrado. Due reti personali per lui oggi, oltre ad una partita a tratti troppo egoista, per il resto ottima.

Cordero 7 1/2 costruttore:  il capitano è insieme a Reggio il fantasista della squadra. Va a prendersi il pallone a metà campo e lo porta a spasso senza che gli avversari riescano a toglierglielo: si procura numerosi calci piazzati grazie alle sue simulazioni, è sempre nel posto giusto al momento giusto: la tripletta parla per lui. (st Micheletti 6 rilassato: sa di entrare in un momento della partita in cui il risultato è già al sicuro, ed esegue il suo compitino senza danneggiare in alcun modo la sua squadra)

1B

Farsi 6 stoico: tenta di tenere a galla i suoi con alcune belle parate, ma la difesa è assente e gli avversari passano sempre. un infortunio misterioso lo costringe ad abbandonare anzitempo il campo tra le lacrime. (Montù 6 incolpevole: entra a freddo e in una situazione critica, e di conseguenza non può aiutare i suoi: si rende però partecipe di parate che gli valgono il sei in pagella).

Collino 5 distratto: non riesce in alcun modo a contenere le discese avversarie, facendo diventare forti giocatori che, marcati un po’ meglio, sarebbero inoffensivi. Un non adeguato supporto del centrocampo non lo aiuta di certo, però la colpa è spesso del su0 reparto.

Bonazzi 5 ingenuo: non copre come dovrebbe, non sfrutta il suo fisico con cui potrebbe fare molto di più, lascia spesso troppo spazio agli avversari, consentendo loro di girarsi indisturbati. Assolutamente da migliorare la sua condizione.

Lo presti 5 1/2 tenace: si batte come un leone sul campo, ma purtroppo non riesce a esprimere le sue doti al meglio. La tecnica nonm è sicuramente il suo tallone d’Achille, ma sulla fascia ci vuole corsa e la tira fuori solo a tratti.

Massardo 6 1/2 solista: il talentuoso trequartista gioca una partita da solista non per scelta ma per obbligo, dato che la squadra non lo aiuta. Torna fino a centrocampo per prendere palla, ma è costretto a tenerla tra i piedi in assenza di supporto. Segna il secondo gol: la sua è forse l’unica nota positiva per i primini.

Ruffino 5 1/2 impreciso: le idee e le intenzioni sono ottime, ma il giovane Ruffino deve ancora abituarsi ai ritmi di gioco dei liceali e perciò è troppo lento nel gestire il possesso palla e spesso perde la sfera consentendo agli avversari di ripartire in contropiede. Necessita di maggiore rapidità.

Cisi 5 1/2 inconcludente: certamente il capitano cerca in tutti i modi di salvare la faccia, si muove ovunque alla ricerca del pallone, ma nei momenti più delicati, all’esecuzione di uno stop o di un passaggio non trova la giusta coordinazione. Da uno con le sue capacità ci si aspetta molto di più.

Mori 6 coraggioso: il piccolo Mori dimostra di essere grande sul campo, sacrificando la fase offensiva a quella difensiva: proprio per questo motivo il suo mancino non pizzica come al solito e Massardo e compagni di reparto non hanno più un appoggio a centrocampo. Il suo gol da cineteca  salva la faccia, ma non il risultato. (st Facta 5 1/2 superfluo: non conclude a rete le poche occasioni che si ritrova fra i piedi, serve alcuni buoni palloni, ma i pochi minuti giocati non gli consentono di andare oltre).

Clicca qui per leggere il resoconto della partita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi