• sabato , 26 Settembre 2020

Pagelle 3B-4B

3B

Cigoli 6 1/2 altalenante: alterna distrazioni difensive a parate eccezionali, spesso sbaglia quando cerca di respingere con i piedi palloni che si rivelano insidiosi se non sono immediatamente controllati con le mani. Si rende protagonista in svariate occasioni in cui salva la squadra con parate da distanza incredibilmente ravvicinata. Una pecca? E’ l’unico colpevole su alcuni gol.

Babini 6 1/2 generoso: in alcune occasioni svolge addirittura il ruolo di regista fin troppo avanzato, ma poi fortunatamente per la sua squadra è rapido a tornare al suo posto in difesa. Sbaglia molto poco sia in fase di impostazione da dietro sia in quella più delicata del recupero. Nonostante qualche incomprensione con i compagni di reparto la sua è una prestazione complessivamente buona.

Bodnarescu 6 1/2 attento: si limita a recuperare i palloni a vuoto e ad interrompere le azioni avversarie, ma lo fa con una determinazione ed un carisma eccezionali. Sbaglia pochissimo in difesa e spinge anche come terzino, raggiungendo il gol su una sua specialità, il colpo di testa. Qualche piccola disattenzione, che ha favorito i gol avversari.

Astegiano 6+ efficace: cerca di concedere poco agli avversari, a volte riuscendoci, altre rimediando solo rimesse laterali contro. Non si fa sentire troppo dai compagni, con personalità in squadra come Martello ed altri, ma serve con dedizione la squadra cercando di fare del suo meglio. Forse non al top, comunque buona partita.

Moiraghi 6+ sfortunato: il nuovo arrivo della Terza si impegna molto sul campo, serve ottimi palloni ma soprattutto si fa vedere dai compagni con tagli filtranti e movimenti. Non riesce a concretizzare in alcune occasioni: questo, insieme all’egoismo di alcuni compagni che hanno preferito tentare il gran gol piuttosto che appoggiare comodamente a lui, gli nega la rete.

Liboi 7 concreto: sulla destra è freschissimo: è vero, non aiuta molto nella fase difensiva, ma è tra i migliori a girare il pallone e a gestire il possesso palla. Il suo mancino gli permette di rientrare verso il centro, per avere maggiore visione e riuscire a servire meglio i compagni. Due gol per lui, ammonito per essersi tolto la maglia dopo il secondo.

Giraudi 6 1/2 impreciso: il regista della terza non è “regista” come al solito: poco rapido nel gestire il possesso del pallone, ma nonostante tutto si dà molto da fare per il bene della squadra: corre dappertutto senza sosta, confezionando azioni di pregievolissima fattura. Serve più lucidità in mezzo al campo, per il resto tutto ok.

Martello 8 geniale: il talento dei neopromossi al triennio è uno spettacolo da veder giocare, non sbaglia nulla e umilia più volte gli avversari con finte dell’altro mondo. Apre il match con il primo gol della partita, poi si vede meno per una buona parte del primo tempo: quando però il dovere chiama, si scatena mandando da solo in tilt la difesa avversaria. Tanto di cappello per la tripletta personale.

 

4B

Albiani 6 incolpevole: cerca di aiutare come può i compagni, in evidente difficoltà fin da subito, ma l’inferiorità numerica si fa sentire: arrivano i primi gol, e lo scoramento sale. Sembra rianimare la squadra con interventi spregiudicati di piedi, scarta più avversari lui che il resto della quadra.

Novara 6 combattivo: non molla nonostante l’evidente disagio dei suoi, ma è costretto a subire la superiorità numerica e qualitativa degli avversari. Quando poi il compagno di reparto Lana decide che è ora di dare la scossa alla squadra e inizia a salire, non riesce a reggere la difesa da solo e i successori trovano spazi immensi su cui lanciarsi. Buono il coraggio, meno la personalità.

Lana 6 costruttivo: nonostante la squadra si trovi sempre costantemente in svantaggio, non abbandona i suoi buoni propositi e anzi cerca comunque di creare qualcosa di positivo per i suoi. Purtroppo però non è supportato dai compagni e quindi ogni suo proposito crolla miseramente con l’intera squadra.

Garzino 5 1/2 incoerente: fin dal primo minuto si distingue per il dribbling facile e la velocità con cui salta l’uomo, ma dopo il primo quarto d’ora diventa prevedibilissimo per l’esperto reparto difensivo avversario, e non combina più nulla. Non gioca il pallone con i compagni, e perde inesorabilmente la palla nella maggior parte delle sue azioni.

Ricagno 5 1/2 spaesato: considerato uno dei migliori giocatori della sua squadra, il capitano non si trova in campo e spesso combina disastri. Irriconoscibile a causa della mancanza dei due compagni di reparto, i quasi leggendari Onorato e Vailati, non azzecca molti passaggi e spesso si limita a servire l’unica punta Fontana e lasciarlo da solo. Giornata storta per lui.

Recchi 5 1/2 invisibile: avrebbe dovuto affiancare Fontana nell’arduo compito di tenere alta la palla e far salire i compagni, invece non si vede per gran parte del match, se non in poche isolate occasioni. Vani anche tutti i tentativi di segnare di testa, sfruttando la sua stazza: Bodnarescu è più attento, preciso. Giornata da dimenticare, come per gran parte dei suoi.

Fontana 7 stoico: è l’unico punto di forza di una squadra che, privata dei suoi talentuosi centrocampisti, non ha più gioco. Simile ad una piccola stella che continua a brillare nonostante il buio più totale intorno a sè, prende palla e da tutte le posizioni sfrutta il suo tiro micidiale, dimostrandosi letale anche col mancino. Grandioso per la tripletta, e per tutto il resto.

Clicca qui per il resoconto della partita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi