• venerdì , 4 Dicembre 2020

Pagelle 3 classico AB – 5 scientifico C

3 classico AB-5 scientifico C 3-0     

Il classico riesce a siglare un buon risultato: anni di fatiche e batoste sono finalmente serviti a sgominare gli storici rivali che nonostante lo svantaggio subito a metà del primo tempo lottano dal primo all’ultimo, con una certa sfortuna, ma la grinta c’era per tutti.

 

3 classico AB: Pecorari; De Benedetti; Boero; Palenzona; Cantalupo; Donna; Bertolo; Luison, Enrico.

5 scientifico C:  Manfredi, Abbate; A. Di Tizio; F. Di Tizio; Barioglio; Zago; D’ Agostino; Barilà;

MARCATORI: pt: 14′ Enrico, 19′ Enrico; st. 16′ Palenzona

 

NOTE: 3 AB in tenuta arancione,  5C in tenuta verde acceso.

 

3 classico AB:

Pecorari 6/7 angelo portinaio: non c’è un varco. Con l’impegno e sostenuto da una valida difesa mantiene vergine la sua porta

De Benedetti 6,5 mobile:  aveva annuciato di sognare l’attacco. In teoria è un difensore ma lo abbiamo visto aggirarsi spesso nell’altra metà campo, risultando mai fuori posto

Boero 6,5 elastico: dalla difesa in avanti marca stretto chi gli si para davanti, evidentemente ama il calcio a scorpione scenografico ma utile. Alla fine del primo tempo sfiora l’incrocio dei pali, sfortunato per questo.

Cantalupo 6 tenace: deve correre molto, l’intera fascia destra spetta a lui, che col fiatone e dopo aver subito un investimento al 18′ del primo tempo mantiene il ritmo. Gli errori sono resi trascurabili dai compagni e non hanno mai ripercussioni gravi

Palenzona 7 centrale: non solo di ruolo assieme a Donna. Recupera la palla dalle frequenti incursioni dello scientifico e la porta in zona sicura. Sale al momento opportuno, fornisce un buon assist a Enrico e aggiunge un gol per il classico tranquillizzandone gli animi.

Donna 6,5 metodico: il centrocampo gli appartiene, o almeno questo sembra voler dimostrare mentre sbuffa come un cavallo. Ha delle lacune viste e sfruttate da Barilà ma la sua tecnica è evidente; generoso coi compagni colpisce un palo quand’è il suo turno.

Bertolo 6 + impaziente: brama l’azione e sostituisce nel secondo tempo un esausto Cantalupo, si adegua in fretta al ritmo incalzante senza concretizzare le due occasioni che gli capitano. Trascurato dal gioco ci mette del suo dando fastidio all’attacco avversario

Enrico 7 serpico: piccolo e insidioso tira di continuo, colpisce un palo, un paio di persone, forse anche un piccione di passaggio. 2 gol hanno poi la sua firma e Manfredi di sicuro avrebbe preferito che stesse a casa

Luison 6,5 saltuario: non è particolarmente coinvolto nel gioco ma fa coppia vincente con Enrico, le volte in cui si riescono a passare la palla.

 

5 scientifico C

Manfredi 5,5 assediato: dimostra di saper fare il suo dovere, ma l’attacco avversario tira davvero troppo spesso. Tra le varie parate 3 tiri sono andati a segno

Abbate 5,5 ordinaria amministrazione: dalla difesa fa il suo dovere, non brilla tra i suoi compagni e nell’uno contro uno se la cava bene

A. Di Tizio 5/6 : sfrutta la mole fisica per bloccare l’attacco, con risultati spesso buoni; non regge alle sortite nel secondo tempo sporadiche ma precise dei calssicisti.

F. Di Tizio 5/6 sprecato : da centrocampo forse poteva fare di più se avesse avuto maggior controllo, ma conosce il suo compito.

Barilà 6+ legato: assieme a D’Agostino è d’esempio per la squadra. Non si contano le visite in area avversaria, in più d’un occasione costituisce un problema ma non riesce a passare la palla al momento giusto e Donna non gli dà tempo di riflettere granchè.

Zago 6+ ira funesta: specialmente negli ultimi minuti fa scatti portentosi tentando in ogni modo di raggiungere la porta avversaria aiutandosi anche con una buona dose di forza fisica. Interrotto fortunosamente sullo scadere del tempo un suo tiro ben piazzato.

D’Agostino 6,5 sfortunato: di sicuro il fulcro della squadra: da centrocampo incalza fino alla difesa, respinto a fatica dalla difesa avversaria purtroppo i suoi compagni non riescono sempre a stargli dietro. Non demorde fino alla fine.

Barioglio 5/6 Forrest: ha un sinistro fastidioso e si infila nella difesa senza apparente fatica. I problemi (il classico ringrazia per questo) vengono dopo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi