• sabato , 28 Novembre 2020

David Guetta a Torino

Negli ultimi mesi la città di Torino è divenuta sede di varie attività socio-culturali per distogliere i ragazzi dallo “sballo” del sabato offrendo opportunità di ballo e divertimento.

Tra questi moltissimi ragazzi, uniti dall’amore per la French house, si sono raccolti al concerto del 22 giugno al Palaolimpico di Torino. Parliamo di David Guetta, la star tanto attesa, che dopo il concerto nella capitale e a Milano è giunto anche a Torino. Per raccontare la grandezza del dj e produttore francese ci sono i nomi degli artisti con cui ha collaborato: Akon, i Black Eyed Peas, Ne-Yo, Kid Cudi, Madonna, le gemelle NERVO, Nicki Minaj, Usher, Chris Brown, Nicky Romero, Taio Cruz, Ludacris, Snoop Dogg, Kelly Rowland, LMFAO, Will.I.Am, Christina Aguilera, Rihanna, Kylie Minogue.

Classe 1967, David muove i primi passi come dj all’età di 17 anni a Parigi. Dopo anni di gavetta la svolta arriva nel 2001 quando fonda con Joachim Garraud la Gum Productions e a breve rilascia il suo primo album di grande fama,”Just a little more love”. Il suo successo è dovuto alla capacità di creare una nuova musica, mescolando sonorità disco anni ‘90 e canzoni che  hanno lo stile dei black artists di inizio 2000. Nel 2009 la sua notorietà aumenta: produce il singolo “I’ve gotta feeling” per i Black Eyed Peas e pubblica il suo quarto album quello della consacrazione definitiva “One Love”. Recentemente sulla rivista Dj Mag, David Guetta occupa il quarto posto dei migliori 100 disc jockey al mondo. Ritenuto come una divinità da molti un suo collega, Deadmau5, lo critica ritenendolo solo uno “schiaccia-bottoni”. Infatti ritiene che molti dei grandi dj mettano solo più le canzoni dall’iPod e si limitino ad annunciare le tracce che stanno per essere mandate. Tuttavia la tesi del dj canadese viene ad essere smentita da tutti coloro che erano presenti al concerto di David Guetta poiché oltre alle canzoni nel repertorio di “Nothing But the Beat Ultimate” ha messo dei suoi “classici” come “When love takes over” e “One Love” inoltre ha mixato brani come “Don’t you worry child” degli Swedish House Mafia.

Il 22 giugno la musica è diventata a Torino protagonista a partire dalle 21 (benché sin dalle 20 il Palaolimpico fosse già affollatissimo) con il dj Marco Nana Dejana che ha scelto e mixato le hit da discoteca sia del momento che dei “classici”. Dalle 23 alle 24 è toccato ai Daddy’s Groove, duo napoletano che ha scaldato i fans con i loro brani dance, poi, allo scoccare della mezzanotte, sale sul palco David Guetta.

Trasportato da una limousine dall’aeroporto di Caselle, che dopo due ore e mezza di live lo ha riportato al suo jet diretto verso la Francia. Acclamato dai ragazzi ha iniziato lo show: spettacolari effetti, giochi di luci, musica…il coinvolgimento è stato totale per un entusiasmante ballo collettivo.

L’atmosfera creata da David Guetta è stata unica: dopo aver messo canzoni da “One Love” e da “Nothing But the Beat Ultimate”, il suo ultimo album, ha iniziato a remixare brani recentissimi coinvolgendo anche il pubblico stoppando la canzone per qualche secondo per sentire il boato in risposta. Dalla sua postazione tra fumi ed effetti ottici su schermi il dj ha incitato la folla a cantare ballare saltare.

In questo periodo sembra che i grandi della musica facciano letteralmente a gara per garantirsi la collaborazione con David Guetta. L’ultimo esempio è il singolo “Right Now”estratto dall’ultimo album di Rihanna “Unapologetic”. Senza trascurare l’ultimo disco dello stesso Guetta stampato in tre versioni tra i 2011 e il 2012, dove si annoverano le collaborazioni con la cantante australiana Sia Furler in “Titanium”, Usher in “Without you” e ancora con Ne-Yo e Akon in Play Hard.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi