• sabato , 24 Ottobre 2020

Il capriccio dell'eternità

Una pillola per il diabete di tipo II è risultata avere degli effetti anti-invecchiamento ed è in grado di estendere la durata di vita di esemplari di topi maschi da laboratorio.

Elemento essenziale di questa medicina è la metformina, farmaco che diminuisce i valori di insulina nel sangue, portando così il paziente che la assume in uno stato di restrizione calorica. Essa è un tipo di dieta basata su un’assunzione di calorie molto limitata, e da qualche anno a oggi si ritiene che ciò sia promotore di una vecchiaia più in salute.

Non possiamo ancora sapere quali potrebbero gli esiti di questi esperimenti anche sugli uomini, e bisognerà essere molto cauti al riguardo.

pillola-antidiabete-che-allunga-la-vita

Molte persone tra medici, studiosi e pazienti ripongono le loro speranze nell’estensione di questa possibilità anche agli uomini, eppure qualora una terapia di estensione della vita fosse possibile, le sue tecnologie dovrebbero essere estese a tutta l’umanità e non solo a una stretta cerchia di persone economicamente privilegiate.

Alcuni studiosi tra cui David Harrison, professore di Gerontologia (Brandon Keim, 2010), sostengono che, dal momento che la morte è l’unica tappa veramente sicura della nostra vita, forse ci siamo lasciati condizionare da essa, tanto che essa è diventata il nostro punto di vista: la morte, infatti, potrebbe essere “solo” una malattia, un male altamente degenerativo che porta allo spegnimento del nostro corpo e della nostra mente e che colpisce tutti gli esseri viventi.

Probabilemente, quindi, una motivazione di carattere psicologico all’estensione della vita è l’attaccamento dell’uomo all’unica realtà che conosce e di cui può dichiararsi sicuro.

PILLOLE

Ma se per molti pensatori la morte è quella quiete a cui tutti quanti aspiriamo, il perché di una vita più lunga acquista un significato specifico.

Forse il nostro anelito ad una vita (quasi) eterna qui, sulla Terra, rappresenta uno di quei limiti che l’uomo ha sempre voluto superare, magari per avvicinarsi a quella Perfezione in cui ogni uomo crede, sia egli credente o meno.

Sconfiggere la morte, o per lo meno ritardarla, è un obiettivo che ristagna nella psiche umana sin dal più remoto passato. Oggi, essendosi aperti nuovi orizzonti, possiamo dare più spazio alla scienza affinchè essa trovi una soluzione definitiva a questo ennesimo capriccio esistenziale dell’uomo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi