• domenica , 27 Settembre 2020

Sabato insieme: visita al Sermig

20131109_105823

Sabato 9 novembre la scuola Valsalice ha proposto come iniziativa di “sabato insieme” la visita al Sermig, un ex arsenale che produceva armi per le guerre.

Arrivati lì ci siamo divisi in due gruppi: uno dei ragazzi e uno degli adulti. Quello dei ragazzi è andato a visitare le varie parti del palazzo con l’aiuto della guida Sara. Prima di tutto siamo andati in una stanza non usata perché non era stata ristrutturata per mancanza di soldi. “Probabilmente qui venivano costruite armi pesanti perché ci sono ai lati delle “rotaie” dove passavano dei carrelli per i materiali pesanti” ci ha spiegato la guida.

Dopo aver visitato la stanza abbiamo visitato l’edificio interno mentre la guida ci spiegava: “Quest’ associazione è stata fondata nel 1964 da Ernesto Olivero a Torino con lo scopo di sconfiggere la fame nel mondo, però Ernesto aveva capito che anche a Torino c’ erano persone povere, perciò si dedicò alla povertà della città, prima di espandersi per tutto il Mondo.

In questa “casa” siamo 40 volontari, e ognuno fa quello che sa fare: ci sono i volontari che curano, quelli che puliscono e mettono in ordine l’ edificio, quelli che mettono a posto i farmaci… però i farmaci, i vestiti, i soldi e tutto il resto ce li danno persone come voi.

Noi abbiamo 250 posti letto e ogni notte vengono occupati tutti, e le persone possono alloggiare anche per 2 mesi.

Alcuni bambini vengono qua a fare i compiti perché non sanno farli e i genitori sono al lavoro. E’ iniziato perché un giorno dei ragazzi sono entrati nell’atrio e hanno incominciato a fare trambusto giocando. Arrivarono gli adulti e chiesero perché non erano a casa. I bambini dissero che i genitori erano a lavorare e loro giocavano con le chiavi di casa in tasca. Allora gli adulti proposero di fare una partita e se avessero vinto gli adulti i bambini avrebbero fatto quello che gli adulti volevano, se no i bambini avrebbero potuto giocare quando gli pareva. Vinsero gli adulti e da quel momento nacque una grande amicizia. Un giorno un bambino ha chiesto se potevano aiutarlo a fare i compiti. Da quel momento i bambini vengono aiutati anche a fare i compiti”.

Dopo questo giro ci hanno lasciato mezzora di libertà per giocare e successivamente siamo andati a celebrare la S. Messa.

Infine siamo andati a fare pranzo (molto abbondante!) e siamo tornati a casa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi