• venerdì , 25 Settembre 2020

Una voce per Don Bosco 2014 – 7° Edizione.

2014-02-01 23.08.37Sabato 1 febbraio alle ore 21:00 si è svolta la competizione canora “Una voce per Don Bosco” a cui hanno partecipato tutti i ragazzi di Valsalice: dalle medie al liceo. La gara si è svolta nel teatro della scuola, occupato dal primo all’ultimo posto da famigliari ed amici; nella fila centrale si trovava la giuria, composta da sette persone tra ex allievi e collaboratori dell’istituto: il professor Francesco Garino, nuovo insegnate del liceo arrivato quest’anno; in rappresentanza della scuola media, la professoressa Emanuela Bosca; la signorina Vanessa, una speaker di primaradio; Federica Divotti, ex allieva e collaboratrice della nostra webradio ValsOnAir; Michael Pagani, educatore ed assistente della scuola; Don Avagnina, ex direttore di Valsalice; infine, l’ospite d’onore di quest’anno è stato Vittorio Urgesi, ex allievo e cantautore; tra poco uscirà il suo nuovo album Vecchie e cattive abitudini.

In un primo momento sono stati distribuiti dei fogli indicanti tutti i partecipanti ed ogni membro del pubblico era invitato ad indicare una preferenza. Il presentatore di quest’anno è stato il professore del liceo Marco Montersino, un professore che ama scherzare e fare battute.

2014-02-01 23.06.58

In seguito, è stata proiettata a tutto il pubblico la pre-sigla, che ha dato inizio allo spettacolo; successivamente è salito sul palco il Direttore, che ha portato i saluti del Preside, Mauro Pace (rimasto a casa per l’influenza), e ha ricordato che quella sarebbe stata una competizione in stile salesiano, perfettamente coerente con l’educazione di Don Bosco; ha concluso il discorso con la frase “Che vinca il migliore!”. Quindi è stata nuovamente proiettata la sigla vera e propria, nel quale Vittorio Urgesi presentava il suo ultimo album. L’ultimo video proiettato è stato quello di presentazione, nel quale scorrevano le foto dei concorrenti, dei giudici e del presentatore.

Ecco l’ordine con cui i concorrenti si sono esibiti e le canzoni che hanno cantato: 

  • Lidia Donzellini (terza media A) – Come l’acqua dentro il mare (by Modà); 
  • Giorgio Pellegrino (seconda media B) – Stardust (by Mika);
  • Cecilia Lauro, Cecilia Bruschetti e Caterina Fresia (seconda media A) – Dimmi che non passa (by Violetta Zironi);
  • Paul Salazar (liceo) – Wherever you will go (by The Calling);
  • Melory Franco (liceo)  – Wrecking Ball (by Miley Cyrus);
  • Lea Mendoza (terza media A) – Somebody to love (by Queen);
  • Paula Caraballo (prima media C) – Un amico è così (by Laura Pausini);
  • Ilaria Triglione (liceo) – Stronger (by Kelly Clarkson);
  • Lorenzo Giustetto (liceo) – Pinball Wizard (by The Who);
  • Giovanna Indraccolo (terza media B) – On my own (by Nikka Costa);
  • Carlotta Maggio (prima media A) – Wide Awake (by Katy Perry);
  • Arianna Colombino (terza media A) – Invece no (by Laura Pausini);
  • Francesca Cisotto (liceo) – Girl on fire (by Alicia Keys);
  • Gaia Regoli (liceo) – Somebody to love (by Queen);
  • Matilde Liboni (liceo) – Ironic (by Alanis Morisette);
  • Carlotta Caranzano (liceo) – Non sono l’unica (by Cixi);
  • Mango and his papajas (terza media C) – L’essenziale (by Marco Mengoni);
  • La prima vocale (prima media A) – Il più grande spettacolo (by Jovanotti);
  • Blanca Occleppo, Sofia Corippo e Carola Festa (seconda media A) – L’amore non mi basta (by Emma).

Prima di dare inizio allo spettacolo vero e proprio, si sono esibiti i “Vesuvio Boys“, tre ragazzi che frequentano il liceo scientifico e che hanno cantato “O’ surdato ‘nnamorato“, una canzone napoletana. Il motivo? Volevano proporre qualcosa di diverso.

Ma ora diamo un’occhiata più da vicino ad ogni singolo concorrente.

Lidia Donzellini ha cantato per la prima volta in questo spettacolo e, nonostante si sia bloccata all’inizio della canzone, ha ricevuto dai giudici ben quarantadue punti su settanta; ha voluto dedicare la canzone “Come l’acqua dentro il mare” a suo padre, perché sovente la cantavano in macchina.

Giorgio Pellegrino ha cantato Stardust, una delle ultime canzoni di Mika, e durante l’intervista dopo l’esibizione ha confessato che il cantante non è tra i suoi preferiti; ciononostante la giuria gli ha dato ben cinquanta punti su settanta. L’abbigliamento che ha scelto era molto simile a quello di Mika (camicia, gilet, cravatta e cappello a borsalino).

Il primo gruppo esibitosi, Ceci two Cate one, ha cantato molto piano ma, uno dei tecnici, ha abbassato la base cosicché si è sentita molto bene la voce di tutte e tre le ragazze; il gruppo ha realizzato ben quarantanove punti su settanta. Ciò che ha colpito di più il pubblico, oltre all’esecuzione della canzone “Dimmi che non passa“, è stato l’abbigliamento: canottiera fluorescente, pantaloni neri e maglia maniche corte del medesimo colore, al centro del quale era collocata una C, (l’iniziale dei tre nomi: Cecilia, Caterina e Cecilia), dello stesso colore della canottiera.

Lea Mendoza ha cantato Somebody to love dei Queen, un classico della musica rock; sul palco non era agitata ma, al contrario, era tranquilla e a suo agio. Alla fine dell’esibizione i giudici le hanno assegnato cinquantuno punti su settanta, un bel traguardo considerando la difficoltà della canzone che ha voluto dedicare a suo padre.

Paula Caraballo, la ragazza più giovane del talent, ha cantato “Un amico è così“, una canzone di Laura Pausini che ha voluto dedicare alla sua migliore amica. Nonostante l’incerta interpretazione, sicuramente dovuta alla timidezza, la giuria le ha assegnato quarantasei punti su settanta.

L’interpretazione della canzone “On my own” da parte di Giovanna Indraccolo è stata ottima: intonata e coraggiosa sono due aggettivi che le si addicono alla perfezione. Per premiare la bravura della ragazza, la giuria le ha assegnato sessantasette punti su settanta.

Carlotta  di Maggio ha rivelato ai giudici che Katy Perry è la sua cantante preferita, ed è per questo che ha cantato una canzone tra le più famose: “Wide awake“. Carlotta ha dimostrato di non aver paura, proprio come dice il testo della canzone; la concorrente ha così ottenuto quarantadue punti.

Esattamente a metà della gara, Vittorio è salito sul palco e ha suonato una delle sue ultime canzoni; era accompagnato dalla chitarra acustica (che lui stesso suonava) e dalle percussioni.

Arianna Colombino ha scelto di cantare “Invece no“, una canzone di Laura Pausini, la sua cantante preferita. Nonostante fosse molto agitata, ha eseguito la canzone molto bene, per questo motivo la giuria le ha assegnato quarantanove punti su settanta.

Il secondo gruppo esibitosi, Mango and his papajas, era formato da nove alunni della terza media C che hanno cantato “L’Essenziale“, la prima e più famosa canzone di Marco Mengoni. Il gruppo è stato premiato per la buona esecuzione e il lavoro di squadra con cinquantaquattro punti su settanta.

2014-02-01 23.04.50La prima vocale era un gruppo formato da ben diciannove persone, (tutti componenti della prima media A), che ha cantato “Il più grande spettacolo“. Ottima la coreografia e l’abbigliamento: dalle parrucche agli occhiali da sole, dalle magliette sgargianti ai coprispalle di paiettes… I giudici, entusiasti del risultato, hanno premiato i diciannove ragazzi con sessanta punti su settanta; la canzone è stata dedicata alla professoressa Garritano e a suo marito, che li hanno aiutati durante le prove.

Le Tre per uno, l’ultimo gruppo esibitosi, ha cantato “L’amore non mi basta” di Emma; l’esibizione è stata buona e le ragazze erano molto simili ad Emma. La giuria ha assegnato loro quarantatré punti su settanta.

Mentre la giuria si riuniva per decidere i vincitori, la band “The frame”, ha intrattenuto il pubblico suonando quattro delle loro canzoni; il gruppo era formato da quattro liceali: due chitarristi, un bassista e un batterista.

Dopo dieci minuti abbondanti, i tecnici hanno messo come sottofondo la celebre canzone “We are the champions” e…

  • Premio “Critica salesiana” –> La prima vocale;
  • Premio “Pubblico” –> La prima vocale
  • Premio “Secondi classificati delle medie” –> La prima vocale;
  • Premio “Prima classificata medie” –> Giovanna Indraccolo
  • Premio “Seconda classificata liceo” –> Carlotta Caranzano;
  • Premio “Prima classificata liceo” –> Matilde Liboni.                                                                         

Il discorso di chiusura del Direttore ha voluto mettere in evidenza: “Secondo lo spirito di Don bosco, tutti quanti siamo vincitori!”.

 2014-02-01 23.06.00

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi