• domenica , 20 Settembre 2020

This is 4 the players

PS4

4.
Un numero con molte qualità, prima fra tutte quella di essere uno tra i numeri perfetti, insieme al 3, al 7 o al 9.
Unione delle due coppie, il 4 rappresenta molte cose, come la tetrarchia greca e diocleziana, ma oggi il 4, almeno nei paesi anglosassoni, è spesso usato nei titoli, nei libri, nei giornali e negli slogan per indicare la preposizione “per”, a causa dell’allitterazione tra la parola “for”, ovvero “per”, e “four”, cioè quattro, che vengono pronunciati alla stessa maniera benché si scrivano diversamente.

Ovviamente a questa tradizione del 4 nessuno ha mai detto di no, e quindi uno dei maggiori colossi videoludici ed elettronici come la SONY non poteva perdere questa occasione per creare uno slogan veramente azzeccato da accompagnare alla sua nuova creazione: la PlayStation4.

http://youtu.be/DaAETaMbRC0

Ultima arrivata da una nobile famiglia che risale al 1994, quando la ancora non troppo famosa azienda nipponica Sony Computer Entertainment pubblicò la prima PlayStation, PlayStation4 (PS4) è la figlia della PS3 e aggiunge a quei 330 milioni di unità vendute con i suoi nonni un malloppo che andrà notevolmente ad influenzare le vendite della Sony.

La PlayStation4 segna l’ingresso di Sony nella “next generetion” dei prossimi anni, che corrisponde all’Ottava Generazione videoludica, iniziata nel 2012 con la pubblicazione da parte di Nintendo del Wii U e completata oggi con l’arrivo del nuovo, acerrimo nemico della PlayStation: lXboXOne.

Resogun

Funzionale, rapida nei caricamenti e dal design molto elegante, PlayStation4 ha capacità di calcolo e di gestione notevolmente superiori a quelli della PS3, basti pensare che ora il gioco può essere messo in pausa per dare un’occhiata agli altri menu disponibili nella Schermata Principale, e poi riprendere dallo stesso punto in cui si era interrotto.

Sono state anche notevolmente potenziate la velocità di accensione e di spegnimento, nonché quella del caricamento dei Trofei e dell’apertura del PlayStation Store e del PlayStationNetwork (PSN), ma la vera rivoluzione in fatto di velocità di download o di installazione è la possibilità di eseguire tutto in background mentre si sta giocando o svolgendo un’attività diversa, senza dover aspettare l’intero download di un gioco per iniziare a divertirsi.Knack

Dal punto di vista grafico PS4 ha raggiunto i 1080 pixel contro i 720 dell’XboX One, creando una grafica spettacolare, dettagliatissima e molto verosimile che spicca il volo nelle esclusive PlayStation.
Killzone ShadowfallLe esclusive sono giochi (o saghe) che vengono pubblicate solo per una linea di console, a differenza dei multipiattaforma che invece vengono rilasciati per quasi tutte le console in commercio.
Fra le esclusive PS4 abbiamo tre incredibili giochi: Resogun (uno sparatutto a scorrimento orizzontale curvilineo), Knack, (un Action-Adventure in terza persona dalla grafica cartoon e la trama molto fantasy) e Killzone: Shadowfall (FPS su binari che prosegue Killzone 3).

Punto cardine nel giocare a qualunque console è il Dualshock, il controller, che in questa nuova PlayStation raggiunge livelli di ergonomia e funzionalità mai visti prima. Se il Dualshock3 era nettamente inferiore a quello della 360, il Dualshock4 è riuscito a superare clamorosamente quello dell’XboXOne.
Dopo la scomparsa dei tasti “Start” e “Select”, presenti nel vecchio Dualshock3, ci ritroviamo qui i tasti “Share” ed “Options”, a cui si accompagna un pad scorrevole al centro del Dualshock utile in alcuni giochi come Shadowfall. Inoltre, come ciliegina sulla torta, finalmente i tasti R2 e L2 (entrambi sul retro del controller) sono finalmente diventati curvilinei e maggiormente adatti alle esigenze degli FPS.

Dualshock4Infine si viene a parlare degli optional di questa nuova PlayStation, primo fra tutti l’auricolare che permette di utilizzare alcuni comandi vocali per passare da un’App all’altra, oppure di chiudere alcune sezioni o tornare alla Schermata Principale. Come l’auricolare, anche il chip di registrazione si trova all’interno della confezione: quest’ultimo è un microchip apposito posizionato nella scheda madre della PS4 che permette di salvare la schermata di gioco, oppure filmare il gameplay fino ad un massimo di quindici minuti pronto per essere caricato su YouTube; infine permette di fare live di gameplay gratuitamente su Twitch.

PlayStationPlus

Al contrario dei precedenti, invece, la PlayStation Camera (4Eye) non sarà inclusa nella confezione della PS4, ma va acquistata separatamente, se si desidera utilizzare la funzione interattiva del controller oppure giocare ad alcuni videogiochi che richiedono la camera.
Il compagno perfetto di PS4, però, non è la 4Eye, bensì la PSVita, che può interagire con la PlayStation4 ed essere utilizzata al posto del Dualshock (e della TV attraverso lo schermo della Vita) per giocare.

A differenza di PS3 la console di nuova generazione non potrà più andare liberamente online, ma vedrà costretti i giocatori ad abbonarsi al PlayStation Plus, i cui 5 euro al mese vengono però completamente ripagati dagli sconti, da un’esperienza online incredibile e dalla possibilità di scaricare mensilmente due giochi gratuiti dalla Instant Game Collection.

Che dire, Sony ha confezionato un prodotto fatto interamente per i gamer e per il divertimento più sfrenato. Lo slogan creato per la pubblicità ha davvero ragione.

Questo è per i giocatori.

This is for the players.

This is 4 the players.

This is 4 the players

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi