• lunedì , 12 Aprile 2021

"Ritratti di donna"

E’ giunto il momento per i fiorai di esporre sui loro banchi con maestria ed eleganza le odorose mimose perché si sta avvicinando l’8 marzo, la giornata internazionale dedicata alla donna, svoltasi per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909. Quale occasione migliore per celebrare tale significativa ricorrenza se non assistere ad uno spettacolo artistico tutto al femminile?

É intitolato “Ritratti di donna” l’evento teatrale che si terrà domenica 9 marzo 2014 presso il Teatro CAP 10100, in Corso Moncalieri 18 alle 21:00. Il palcoscenico ospiterà il gruppo musicale delle “Swinging Ladies” per una serata all’insegna del jazz e della rimembranza di interpreti femminili degli anni ’30, ’40 e ’50 come Marylin Monroe e Doris Day.

Il ricavato dello spettacolo, il cui biglietto d’ingresso parte da un’offerta minima di 10€, verrà devoluto in beneficenza all’associazione onlus Il Mondo di Joele, situata in San Salvario a Torino, che offre alle madri straniere che vivono in condizioni difficoltose sostegno pratico attraverso progetti di lingua, di accompagnamento al lavoro e molto altro per inserirle dignitosamente nella società. Gestisce inoltre il baby parking “La Casa di Joele” dove i bambini italiani e quelli stranieri imparano sin dalla tenera età che a questo mondo si è tutti uguali.

Lo spettacolo nasce dall’appassionante e appassionato lavoro dell’associazione Tre Cammini, la cui sede si trova in Via Ormea 79 a Torino. Essa da tempo si dedica alla prevenzione del disagio e alla psicoterapia, con l’attuazione di numerose attività rivolte ai giovani ed agli adulti. Una particolare attenzione è rivolta alle donne, cui è dedicato un progetto chiamato “Donne in Circolo”. Esso si ripropone di coinvolgere tutte coloro che abbiano il desiderio di accantonare per un attimo la frenesia della vita di tutti i giorni, in cui le donne rivestono il ruolo di mamme indaffarate, professioniste oberate, studentesse laboriose, e dedicarsi unicamente all’espressione di sé. Il fine ultimo è quello di condividere e diffondere la consapevolezza di una donna nuova, con tutti i suoi limiti e i suoi pregi.

[box]

Barbara Giacobbe, responsabile dell’organizzazione dell’evento, ha gentilmente risposto ad alcune domande rilasciandoci un’intervista.

Da che cosa è scaturita l’idea di mettere in scena uno spettacolo artistico per rendere omaggio alla figura femminile?

Clarissa Pinkola Estés, psicoanalista e scrittrice del romanzo “Donne che corrono coi lupi”, ha detto che attraverso l’arte la donna può raccontare di sé e così divenire “maestra di vita e dispensatrice di spinta vitale”. Proprio per questo all’interno del laboratorio è nato il gruppo  delle “Swinging Ladies” che attraverso l’arte del canto e della danza desidera esternare il lato più creativo, femminile, giocoso e raffinato della donna. Lo spettacolo che verrà inscenato è ormai alla sua quarta edizione e anche quest’anno renderà possibile la raccolta di fondi da indirizzare al sostegno delle donne in stato di disagio.

Per quale motivo avete scelto di devolvere l’intero ricavato della rappresentazione al Mondo di Joele?

Il Mondo di Joele è innanzitutto un’organizzazione seria che pone le sue basi su solidi valori di riferimento. Dal 2007 a questa parte dimostra di operare sul territorio concretamente ed efficacemente a favore delle donne in ambito lavorativo e personale. Virginia Woolf scrisse “Come donna non ho paese. Come donna non voglio nessun paese. Come donna, il mio paese è il mondo intero”. In virtù di queste parole, il lavoro dell’associazione che andremo a sostenere con gli introiti di quest’anno è un valore aggiunto alla comunità, anche grazie alle persone che vi operano, con le quali siamo entrati subito in sintonia, accomunati dalla voglia di gioire e giocare.”

Quale messaggio desiderate emerga dall’evento che avete allestito con grande dedizione?”

Vogliamo far capire alle donne, alle ragazze e a chiunque altro che la nostra creatività è un eccezionale mezzo di cui sempre potremo disporre per destreggiarci con coraggio nelle contraddizioni della vita. Solo così potremo sempre gioire di tutto ciò che ci viene donato ogni giorno, quando, come scrive la poetessa Wislawa Szymborska, “è facile, impossibile, difficile, ne vale la pena…”.

[/box]

 

 

foto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi