• mercoledì , 2 Dicembre 2020

Pro…messe a Valsalice

Intervistiamo Matteo Godio, studente di Valsalice nella 5 sc C, che ha debuttato poche settimane fa come semi-professionista in Lega PRO, entrando così a far parte del grande panorama calcistico italiano.

Cosa significa aver esordito in Lega Pro con il Cuneo?

E’ stato emozionante, anche se in quel momento il mio pensiero era rivolto, non tanto all’esordio in sé, quanto all’essere utile ai compagni e alla squadra e cercare di fare il meglio possibile.

Come hanno reagito i tuoi genitori?

Mia madre in realtà aveva un po’ le idee confuse, pensava che io fossi entrato in nazionale, mentre mio padre era molto felice ma altrettanto dispiaciuto per non essere stato presente al mio esordio, avvenuto in uno stadio storico e prestigioso come il Menti di Vicenza.

Sport e scuola hanno trovato un compromesso nella tua vita?

In Italia non è mai troppo semplice coniugare lo sport con lo studio, specie a livello agonistico, ma con un po’ di buona volontà si può far tutto. Tuttavia tornando a casa tardi dopo gli allenamenti, quando sì è parecchio stanchi, prendere in mano i libri e studiare è molto difficile. A Valsalice ho trovato comprensione e sensibilità, nei confronti dei miei impegni.

dd

 

Ti piace la vita da sportivo?

Talvolta rinuncio ad alcuni divertimenti con gli amici o con la famiglia e certi sacrifici mi pesano. Allenarsi tutti i giorni è faticoso ma la passione per ora mi aiuta a superare con allegria le maggiori difficoltà.

Come ti trovi in squadra?

Inizialmente ho trovato una certa difficoltà ad inserirmi poiché sono il più giovane. Andare d’ accordo coi miei compagni non è sempre facile: per loro il calcio è un lavoro, per me resta ancora uno sport. Il mio idolo? Zlatan Ibrahimovic, un riferimento calcistico.

Chi ti ha permesso di esaudire il tuo desiderio?

I miei genitori mi hanno sempre assecondato nella mia passione per il calcio e nel sogno che avevo, pur ricordandomi insistentemente i miei impegni scolastici. Ma devo ammettere che senza di loro non ce l’avrei fatta, ma è anche grazie ai miei amici e al mio allenatore, i quali mi sono stati sempre vicino, che ora posso vedere il mio sogno realizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsalice.liceovalsalice.it/cookie-policy/. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudi